Robert Kubica non sarà al via della stagione 2012

Robert Kubica non sarà al via della stagione 2012

Se lo aspettavano un po’ tutti, in realtà, visto anche l’alone di mistero -comprensibile- che ha circondato il suo recupero dopo il terribile incidente rallystico di inizio anno. Oggi è arrivata l’ufficialità: Robert Kubica non sarà al via della stagione 2012 di F1. Lo ha annunciato stamattina il tean Lotus Renault in un comunicato. Robert Kubica -si legge sul sito della squadra- ha informato oggi il team Lotus Renault che, pur avendo iniziato un intenso programma di allenamenti, è ancora troppo presto per lui per assicurare il suo impegno alla guida di una F1 nel 2012. I suoi progressi restano eccellenti -riesce a camminare e a muovere mano e gomito senza problemi- ma sente di aver bisogno di più tempo per poter ritornare completamente in forma.

La Lotus Renault, d’altro canto -prosegue il comunicato- resta impegnata ad aiutare Robert il più possibile nel suo processo di recupero. Una vettura test è pronta e lo aspetta, e una crew di tecnici e meccanici è in stanby pronta a lavorare con lui. Ovviamente -si precisa- Robert resterà un membro della famiglia Lotus Renault anche nel 2012 ed è già pronto a trattare, attraverso i suoi manager, per rinnovare il contratto anche al di là del 2012, anno nel quale -lo ricordiamo- scade il suo accordo con la squadra. Sebbene dispiaciuto da questa notizia il team Lotus Renault inizierà a valutare le opzioni per scegliere il candidato più valido a ricoprire il posto di Robert sin dai primi test invernali 2012. Una volta di più -conclude il comunicato- tutti i membri del team augurano a Kubica un recupero veloce e completo e gli gridano: “Szybkiego powrotu do zdrowia” – “Torna presto amico nostro”. Di seguito le dichiarazioni ufficiali di rito.

Robert Kubica: “Anche se ho lavorato davvero duro nel corso delle ultime settimane sono arrivato alla conclusione di non esser pronto per il via della stagione 2012. Ho chiamato la squadra e l’ho informata della situazione. E’ stata una decisione difficile da prendere, ma di certo è stata anche la più ragionevole. So che la Lotus Renault deve prepararsi per il prossimo anno, e posticipare ancora decisioni e comunicazioni riguardo la mia situazione non sarebbe stata la cosa migliore da fare. A livello personale il mio recupero è decisamente incoraggiante e i medici sono ben impressionati. Ho semplicemente bisogno di più tempo, perché quando tornerò voglio essere pronto davvero al 100%. Mi dispiace di non aver potuto fornire informazioni prima e di non essere apparso sui giornali e ringrazio i miei amici e i miei media per aver capito che questo è stato il modo migliore per me per affrontare il periodo più difficile della mia vita.”

Eric Boullier, Managing Director e Team Principal: “Tutti all’interno della squadra sono molto, molto dispiaciuti. Sicuramente speravamo che Robert fosse in grado di guidare per noi in Australia. Ad ogni modo, ha preso una decisione da uomo maturo, nel migliore interesse della squadra. Come team e come famiglia, lo supporteremo al 100% e lo aiuteremo quanto più possibile. Un programma -simulatore, auto reale e test in pista- è sempre lì che lo aspetta quando vorrà e quando sarà pronto. Nel frattempo inizieremo a parlare con altri piloti per completare prima possibile la line-up per il prossimo anno. Robert andrà avanti passo dopo passo e tornerà in macchina quando sentirà che sarà il momento giusto per farlo. Mi faccio portavoce di tutti i 520 membri del team per augurargli un recupero breve e completo.”

Manuel Codignoni

Leggi altri articoli in Gran Premi

Lascia un commento

42 commenti

You must be logged in to post a comment Login

Articoli correlati