Ricciardo: “Il terzo posto non è male”

Il pilota della Red Bull rallentato da una perdita di potenza

Ricciardo: “Il terzo posto non è male”

Terzo posto per Daniel Ricciardo nel GP Singapore 2014, oggi eccezionalmente alle spalle del campione del mondo in carica e compagno di squadra Sebastian Vettel.
L’australiano della Red Bull, partito dalla seconda fila in terza posizione, alo spegnersi dei semafori si è visto sorpassare da Vettel e Alonso, entrambi scattati alle sue spalle: sulla sua monoposto è infatti mancata la potenza extra del KERS.
Ricciardo ha quindi proseguito la gara cercando di mantenere la posizione e concentrandosi soprattutto sul conservare le gomme fino alla fine. Il giovane driver questa volta non ha potuto regalarci uno dei suoi fantastici sorpassi ma è riuscito comunque a intascarsi un altro podio.

“Purtroppo oggi non è stato possibile sorpassare. Ho avuto qualche problema anche dopo la partenza, prima di Curva 1 ho perso un po’ di potenza. Dopo il primo giro ero migliorato ma dopo metà gara il problema si è ripresentato e non ho avuto di nuovo il massimo di potenza. Anche i freni si riscaldavano tanto: questa pista è molto dura non solo per il pilota ma anche per la macchina. Comunque ho recuperato abbastanza bene e terzo non è un risultato così malvagio”, ha commentato il pilota della Red Bull a fine giornata.

Ricciardo al momento è a meno sessanta punti dal leader in classifica Lewis Hamilton
“Beh sì, Lewis è sempre lì…. Suzuka sarà una bella pista per noi e spero di finire davanti a lui. Ancora non penso al Mondiale ma sono molto ansioso di correre in Giappone!”, ha concluso Ricciardo.

Nina Stefenelli

Leggi altri articoli in News F1

Lascia un commento

4 commenti
  1. Francesco

    21 settembre 2014 at 20:00

    E’ chiaro e palese che in RB non hanno voluto rischiare di far passare il vitello dal grandissimo Daniel che ne aveva visibilmente di più, altrimenti anche Fernando si sarebbe mangiato il biondino e quindi si sarebbero persi la doppietta a podio!!!

    • Dany_M

      22 settembre 2014 at 09:39

      Ma tu che gara hai visto?
      Vettel è stato costantemente davanti tutta la gara e alla fine si è trovato braccato solo e unicamente per il fatto che le sue gomme erano le più usurate rispetto a quelle di ricciardo e alonso!
      E ti ricordo che venerì è rimasto pure a piedi per una sessione intera di libere, costretto a montare un motore già usato per evitare penalità in griglia. Senza questi intoppi per me Vettel avrebbe potuto fare ancora meglio!

    • Lorenz

      22 settembre 2014 at 11:53

      Ogni tuo commento è partitico e insensato. Perché non ci risparmi queste uscite e ti limiti a leggere?

  2. Dariok

    22 settembre 2014 at 01:20

    60 punti…con la cakiata dei dopi punti finali nemmeno la Mercedes può stare tranquilla

You must be logged in to post a comment Login

Articoli correlati