Renault ancora indecisa su Petrov

Renault ancora indecisa su Petrov

La Renault non ha ancora preso una decisione in merito al futuro di Vitaly Petrov, il pilota russo esordiente quest’anno ma che non ha convinto del tutto i vertici della scuderia. In particolar modo il team transalpino è indeciso circa la scelta di prediligere i soldi portati in dote da Petrov o i guadagni in termini di risultati derivanti dall’ingaggio di un pilota più esperto.
Gerard Lopez ha giudicato mediocre la stagione di debutto di Petrov ed ha aggiunto: “Siamo un po’ delusi dai risultati di Vitaly nel corso della stagione. E’ un pilota debuttante e si è comportato bene in diverse occasioni, ha velocità ma non riesce a mettere insieme un weekend di gara in modo concreto. Ad Abu Dhabi ha dimostrato che ha le capacità, questo ci ha sorpreso molto e dato degli spunti di riflessione. E’ per questo che su di lui non abbiamo ancora fatto una scelta definitiva. Stiamo riconsiderando la sua posizione ma dovremo sederci a tavolino, guardarci negli occhi e capire se può ripetere quanto fatto ad Abu Dhabi per una stagione intera, libere, qualifiche e gara”.
Diversa la posizione di Kubica: il polacco non critica apertamente il compagno di team ma si limita a far notare che il team ha perso molti punti nel mondiale costruttori e, forse, con un pilota più esperto avrebbe messo in difficoltà la Mercedes Gp nel campionato marche.
Kubica: “La squadra sarà decidere in merito al mio compagno per il prossimo anno, loro hanno una visione d’insieme più completa della mia. Naturalmente credo che la squadra potrebbe beneficiare dei risultati di un driver più esperto, un debuttante garantisce un numero di punto minore”.

Roberto Ferrari

Leggi altri articoli in Mercato

Lascia un commento

10 commenti
  1. Alex. (tifoso WILLIAMS)

    2 dicembre 2010 at 08:49

    All’inizio non mi ha entusiasmato, poi forse prendendo sempre più confidenza con la macchina e il team, spinto da un ECCELLENTE compagno di squadra, secondo me ha fatto vedere delle cosine egrege… Dai ragazzo in bocca al lupo mi piacerebbe rivederti in f1

  2. iorek

    2 dicembre 2010 at 10:31

    mah, io penso che i soldi della russia alla fine convinceranno renault

  3. Mattia

    2 dicembre 2010 at 10:45

    Petrov non mi è sembrato un fenomeno, ma neanche uno da essere cacciato per essere al suo primo anno di Formula 1.
    Secondo me, la Renault farebbe bene a tenerselo un altro anno, visti anche i soldi che porta, e valutarlo dopo un’esperienza di almeno un paio di anni.

  4. Mik

    2 dicembre 2010 at 10:51

    Se lo terranno, fanno i difficili per far sganciare più sghei agli sponsor russi…

  5. lelu79

    2 dicembre 2010 at 11:59

    secondo me se lo tengono, la Russia sgancerà i soldi sicuramente! anche se farebbero bene a fare un pensierino su Hulkenberg, appiedato per un pilota (maldonado) che porta più soldi.
    detto ciò questa “tristezza” del far correre chi ha più soldi snatura completamente la qualità dei piloti in pista ed è LA COSA PIU’ ANTISPORTIVA CHE CI SIA. anche nello sport conta il portafogli e non il talento…

  6. Beppe

    2 dicembre 2010 at 12:16

    quoto sia iorek che Mattia.
    In fondo è stato un rookie con una buona dote finanziaria.
    Quest’anno in teoria dovrebbe andar meglio.
    Io lo riconfermerei.
    L’errore, lo ribadisco, è della FIA che non permette ai rookie di effettuare test sufficienti per conoscere le monoposto.
    Cosa si può pretendere.
    E’ come fare l’esame di guida della patente e non aver fatto nemmeno 5 minuti di prova.

    Beppe
    Redbull

  7. Davide

    2 dicembre 2010 at 13:53

    Non sono d’accordo con chi dice che sarebbe meglio appiedare Petrov per prendere Hulkenberg.
    Il russo, anche se è incostante, ha dimostrato di essere un pilota combattivo durante tutta la stagione (ricordo quando a Sepang si è messo a duellare con Hamilton), senza contare che in più di un’occasione è stato tradito dal mezzo; il tedesco, a parte una pole fortunosa di cui per altro non ha saputo minimamente approfittare, non ha combinato niente di speciale.

    Comunque se Renault è veramente convinta di cambiare pilota io darei un’altra chance a Bourdais, che ha già esperienza e può fare tranquillamente da seconda guida a Kubica.
    Inoltre la presenza di un francese nel Circus abbinata al marchio Renault rifarebbe accrescere l’interesse nella F1 tra i cugini transalpini e probabilmente si prenderebbe in considerazione l’ipotesi di disputare un gran premio in Francia, possibilmente Le Castellet.

  8. GOGOOO

    2 dicembre 2010 at 15:15

    Io lo confermerei, il 2010 è stato l’anno di apprendistato, e alla fine ha fatto vedere anche buone cose!

  9. FabioP

    2 dicembre 2010 at 15:24

    io direi di riconfermarlo per “inizialmente” la prima parte di stagione cosí da prendere i soldi degli sponsor per sviluppare la vettura da portare al debutto…poi se convinverá bene, altrimenti si cambierá…

  10. ciro

    6 dicembre 2010 at 00:41

    CI VUOLE UN PILOTA FRANCESE ED UN CIRCUITO FRANCESE IN FRANCIA C’è UNA GROSSA TRADIZIONE AUTOMOBILISTICA IN Russia che cazzo c’è forse Putin

You must be logged in to post a comment Login

Articoli correlati