Red Bull, Vettel: “Non mi scuso per la vittoria”

"Ancora molto da imparare, ma credo che abbiamo fatto alcuni passi avanti"

Red Bull, Vettel: “Non mi scuso per la vittoria”

Sebastian Vettel ha dichiarato di non doversi scusare per la vittoria del Gran Premio della Malesia nonostante avesse recentemente chiesto scusa alla squadra per aver ignorato un ordine di scuderia che gli ha permesso di vincere la gara.

Dopo di essa, il pilota tedesco ha ammesso di aver commesso un errore, ma tre settimane dopo, in Cina, sembra aver cambiato la sua posizione in merito alla questione.

“Credo che non ci sia molto da aggiungere su quello che è successo”, ha affermato durante una video intervista con lo sponsor Infiniti. “Ho chiesto subito scusa alla squadra, e non è mia intenzione mettermi al di sopra delle priorità del team. Ma non c’è molto altro da dire, davvero. Non mi scuso per la vittoria. Amo le corse e questo è quello che ho fatto.”

Vettel ha aggiunto che gli ordini di scuderia durante il GP della Malesia hanno messo in ombra le impressionanti prestazione della Red Bull.

“Penso che purtroppo la gente non ha potuto vedere che abbiamo ottenuto buone performance – come squadra penso che abbiamo fatto un ottimo lavoro”, ha aggiunto. “Abbiamo ottenuto un risultato fantastico, e credo che in Australia avevamo un buon passo anche se non abbiamo ottenuto il risultato che volevamo. In Malesia siamo rimasti sorpresi di essere nuovamente al top, e in generale, abbiamo lavorato in modo ottimale, anche con le gomme. Questo è ciò che la gente ha dimenticato, tenendo fisso in mente il modo in cui la gara è finita (riferimento al GP della Malesia, ndr).”

Tuttavia, il tre volte campione del mondo non da per scontato il ritmo della Red Bull in Cina.

“Abbiamo imparato molto durante le prime due gare, ma in Cina sarà ancora diverso. E’ un circuito diverso, clima diverso quindi credo che siamo ancora in un processo di apprendimento. Ovviamente le prime due gare ci hanno aiutato molto, e penso sia stato agli occhi di tutti il grande lavoro svolto con le gomme al fine di farle lavorare al meglio. Questo determina la strategia, e la gara non è altro che il risultato.”

“Penso che abbiamo ancora molto da imparare, ma credo che abbiamo fatto alcuni passi avanti. Abbiamo cercato di modificare un pò la monoposto per questo. Adesso in Cina, sistemeremo la macchina il venerdì cercando di capire quanto durano le gomme e partendo da lì.”

Gianluca Latina

Leggi altri articoli in Gran Premi

Lascia un commento

46 commenti

You must be logged in to post a comment Login

Articoli correlati