Mercedes, Wolff: “Bisogna modificare le regole sui team radio”

Il direttore esecutivo della Stella: "In caso di necessità, un pilota deve poter interagire con il proprio ingegnere"

Mercedes, Wolff: “Bisogna modificare le regole sui team radio”

Dopo i problemi di potenza verificatisi ieri sulla Mercedes numero 44 di Lewis Hamilton, con l’inglese che non ha potuto ricevere alcun aiuto dal proprio ingegnere, Toto Wolff ritiene che la Federazione debba modificare le regole relative alle restrizioni sui team radio.

Le monoposto attuali sono molto sofisticate dal punto di vista tecnologico. Penso che bisognerebbe modificare le regole. La mia non è una lamentela – ha dichiarato il direttore esecutivo della Stella –  ma solo un appunto. Perchè non è stato solo un problema riscontrato da un nostro pilota, ma anche la Ferrari ha avuto a che fa fare con un guaio simile in gara”.

Davanti a noi abbiamo due soluzioni.  La prima sarebbe quella di ridurre la tecnologia, ma non credo che questa sia la direzione giusta da intraprendere. La seconda invece consisterebbe nel modificare le restrizioni vigenti  sulle comunicazioni, in modo tale che un pilota in caso di necessità possa interagire con il proprio ingegnere”.

Piero Ladisa

Segui @PieroLadisa

 

Mercedes, Wolff: “Bisogna modificare le regole sui team radio”
Vota questo Articolo
Leggi altri articoli in News F1

Lascia un commento

7 commenti
  1. Gian67

    20 giugno 2016 at 19:55

    Credo che sia come avere un computer da un milione di euro e non saperlo accendere

  2. Slowtrack

    21 giugno 2016 at 10:08

    Nel 2016 essere un buon pilota non significa solo saper uscire veloci da una curva, ma saper gestire bene la complessità del mezzo. Se non ci riesci è un tuo limite come pilota, non un difetto del regolamento.
    Sono daccordo con la FIA nel limitare le comunicazioni tecniche altrimenti la deriva dei piloti teleguidati diverrà sempre più un problema di credibilità

  3. poverocecco

    21 giugno 2016 at 12:48

    Io sono pienamente d’accordo anzi libererei tutte le comunicazioni radio come fanno nella indy.
    Però sono altresì convinto che se il problema lo avesse avuto …la hass o la renault per dire un team minore, non sarebbe successo nulla e non ne fregherebbe niente a nessuno forse non se ne sarebbe nemmeno parlato.
    Ugualmente se fosse accaduto a Rosberg sarebbe stato il coglione di turno.
    quindi come al solito 2 pesi e 2 misure.

  4. Federico Barone

    21 giugno 2016 at 12:49

    Wolff dice: “Davanti a noi abbiamo due soluzioni. La prima sarebbe quella di ridurre la tecnologia, ma non credo che questa sia la direzione giusta da intraprendere…”.

    Ecco: io invece prenderei la strada della semplificazione ed eliminerei la quasi totalità dell’elettronica, proprio per rendere le cose più semplici per tutti ed eliminare problemi IDlOTI dei quali la F1 non ha bisogno.

    Un’altra conferma del fatto che – quando si tratta di prendere decisioni importanti – a torto o a ragione si prende sempre la strada sbagliata.

    Tutte le complicazioni introdotte da decenni hanno costantemente peggiorato questo ex sport.

  5. Gianca

    21 giugno 2016 at 14:21

    La strada giusta è semplificare e lasciare tutto in mano al pilota.
    Se invece si vuole continuare sulla via della complicazione tecnologica, che tolgano pure i piloti e guidino le macchine direttamente dal box, come fossero dei droni, almeno si eviterebbe la farsa di avere un pupazzo nell’abitacolo….

  6. .. non è normale

    21 giugno 2016 at 17:20

    il vero problema non è la regola ma qualcuno, hamilton, che pensa a fare la vita da vip senza prepararsi adeguatamente per la gara. infatti domenica rosberg stesso problema (dicono) l’ha risolto in un giro, hamilton ci ha messo quasi una gara.

  7. .. non è normale

    21 giugno 2016 at 17:22

    Comunque Wolff visto che lo chiedete voi della merd.acesso e visto che siete i “cocchi” della ma-fia fate come avete sempre fatto con le cose illegali, chiedete con qualche mazzetta di money e vi sarà dato.

You must be logged in to post a comment Login

Articoli correlati