Meeting di Crisi in casa Mercedes per risultati in Formula 1

Meeting di Crisi in casa Mercedes per risultati in Formula 1

Stando alle informazioni del sempre ben informato commentatore francese Jean-Louis Moncet, un incontro decisivo per il futuro della Mercedes GP ha avuto luogo lunedì.
Moncet ha scritto nel suo blog sul sito Auto Plus che ci sarebbe stata una videoconferenza tra il presidente della Mercedes, Dieter Zetsche, e i dirigenti e i piloti del team di Brackley Ross Brawn, Norbert Haug, Michael Schumacher e Nico Rosberg.

Il giornalista afferma “che diverse dichiarazioni rilasciate dai membri del team ai media” sarebbero state discusse, anche se un portavoce della Mercedes ha prontamente smentito l’informazione.

Sebbene la casa tedesca abbia ribadito che i commenti siano stati messi fuori contesto, Moncet si riferisce alle affermazioni di Rosberg, il quale si è detto frustrato dalla mancanza di progressi della W01.

Inoltre, Rosberg, Schumacher e Brawn hanno lasciato intendere che lo sviluppo della vettura del 2010 potrebbe essere interrotto in favore del progetto del prossimo anno.

Ma tramite un comunicato stampa rilasciato alla fine della scorsa settimana, il team insiste di essere ancora concentrato sulla stagione in corso.

“Le ultima gare sono state dure per noi, ma stiamo lavorando duro per migliorare e credo che ce la faremo,” ha detto Rosberg.

Tuttavia, un articolo del giornale tedesco Die Welt intitolato “Attese e realtà molto lontane alla Mercedes” riporta gli avvertimenti di inizio anno di Zetsche, secondo cui “se ci sono chiare indicazioni che possiamo usare i nostri soldi in modo più efficace al di fuori della F1, saremo costretti a rivedere la nostra decisione.”

Bernie Ecclestone invece crede che la Mercedes abbia bisogno di più tempo per creare un team vincente.

“Certamente c’è bisogno di qualche tempo per far rivivere un mito, ma sono sicuro che sono sulla strada giusta e che le frecce d’argento torneranno con grande forza,” ha detto il capo esecutivo della F1.

Andrè Cotta

Leggi altri articoli in News F1

Lascia un commento

5 commenti
  1. Whitefox

    7 Luglio 2010 at 20:22

    Questa Formula 1 sembra sempre più a un mondo di bambini vizziati…arrivano e vogliono vincere subito…e se non vincono subito vogliono andarsene….è triste.

  2. D-Lord

    7 Luglio 2010 at 20:53

    Un’altro difetto dovuto all’assenza di test secondo me è proprio questo: visto che senza test nessuno sembra riuscire a recuperare quei 5-6 decimi che li separano dalla vetta, appena se ne accorgono iniziano a sviluppare la vettura dell’anno dopo. Con i risultati che si vedono molto chiaramente: Ferrari gran recupero, Brawn gp in picchiata libera, mentre l’anno scorso le posizioni erano decisamente invertite. L’anno prossimo magari vincerà di nuovo il mondiale la Mercedes. Ci sono squadre più costanti come Red Bull e Mclaren, ma anche loro hanno avuto dei gran alti e bassi!

  3. LF1

    8 Luglio 2010 at 09:29

    Probabilmente pensavano che per essere competitivi bastava investire solamente nella “riesumazione” di un pilota ultra-quarantenne piuttosto che impegnarsi in un progetto tecnicamente valido.
    Hanno fatto una scelta che nel “breve periodo” ha portato i soldi degli Sponsors (attratti dalla presenza di un ex-campione); per il futuro,se vogliono davvero avere successo, devono fare scelte di tipo diverso

  4. Pasquale Luc@noDOC

    8 Luglio 2010 at 10:41

    sono assolutamente ridicoli, hanno svalangato una montagna di soldi per acquisire il team Brawn, una seconda montagna per ingaggiare Schumacher, hanno messo in ombra e forse anche fregato per sempre la carriera di Rosberg, e ora se ne vogliono uscire perchè non fanno risultati? ma hanno faccia di guardarsi allo specchio la mattina?

  5. D-Lord

    8 Luglio 2010 at 15:20

    ma hanno faccia di guardarsi allo specchio la mattina?

    Secondo me no! 😉

You must be logged in to post a comment Login

Articoli correlati