Mclaren, Button: “Il nuovo regolamento gomme non cambierà le carte in tavola”

"Abbiamo perso una grandissima opportunità"

Mclaren, Button: “Il nuovo regolamento gomme non cambierà le carte in tavola”

Nonostante la grande curiosità di tutti gli addetti ai lavori sul nuovo regolamento gomme proposto da Pirelli e approvato dal Consiglio Mondiale della FIA, Jenson Button ha spiegato che lo Strategy Group ha perso una grandissima opportunità per ridare imprevedibilità alle strategie e per rendere le gare molto più spettacolari.

Secondo l’attuale pilota della Mclaren, infatti, limitare la scelta delle squadre a sole tre mescole non aiuterà i piloti a diversificare le strategie. Il Campione del Mondo del 2008 ha spiegato che tutte le curiosità su questa nuova regola verranno spazzate via dopo il primo Gran Premio della stagione visto che dalla Cina in poi, considerando che tutte le squadre opteranno perla stessa identica scelta, tutti gli appassionati non daranno più molta attenzione a questa possibilità concessa dalla FIA ai team. L’inglese puntava a una maggiore libertà sulla scelta delle gomme, lasciando completamente carta libera alle squadre per i week-end gara e proprio per questo ritiene questo cambio una grandissima opportunità sprecata da parte dell’intera Formula Uno.

Ecco le parole di Jenson Button: “Il nuovo regolamento scritto da Pirelli è una grandissima opportunità buttata al vento. A meno di grandissimi problemi con una mescola ben precisa tutte le squadre useranno le stesse identiche gomme per tutti gli appuntamenti della stagione, rendendo di fatto nullo lo scopo per cui questa normativa è stata creata. Bastava dare carta libera alle squadre sull’utilizzo delle gomme, lasciando liberi i piloti di scegliere le mescole più congeniali alla loro guida. Così facendo potevamo apprezzare scelte alquanti singolari, magari con gare ricche di incertezza. Secondo me abbiamo perso una grandissima opportunità”.

Roberto Valenti
Twitter: @RobertoVal94

Leggi altri articoli in News F1

Lascia un commento

You must be logged in to post a comment Login

Articoli correlati