Mark Webber: “Una decisione sbagliata quella di correre in Bahrain”

Mark Webber: “Una decisione sbagliata quella di correre in Bahrain”

Il pilota della Red Bull, Mark Webber, ha espresso il suo disappunto per la decisione di reinserire il Gran Premio del Bahrain nel calendario di Formula 1 2011, e dice di ‘non essere tranquillo’ con la prospettiva di correre nel paese arabo nel mese di ottobre.

La FIA ha annunciato ieri che la gara – rinviata dal mese di marzo a causa della situazione politica nello Stato del Golfo – si svolgerà il 30 ottobre, con l’inaugurale GP indiano spostato nel finale di stagione in una nuova data di dicembre per fare spazio alla gara del Bahrain.

Ma Webber è ancora scettico sulla possibilità che la gara di Sakhir possa disputarsi.

“La mia opinione è immutata da febbraio su questa corsa”, ha scritto sul suo sito personale.

“Anche se una decisione è stato presa, sarò molto sorpreso se il Gran Premio del Bahrain si svolgerà quest’anno”.

Alla vigilia della riunione della FIA, Webber aveva espresso la sua preoccupazione sul suo profilo Twitter, scrivendo: “Quando le persone in un paese vengono colpiti, i problemi sono più importanti dello sport e speriamo che sarà presa la giusta decisione.”

“A mio parere personale, la Formula 1 doveva avere una posizione piu’ decisa, già all’inizio di quest’anno, piuttosto che costantemente ritardare la sua decisione nella speranza di poter ri-pianificare l’evento nel 2011”, ha detto Webber.

“La Formula 1 dovrebbe inviare un messaggio chiaro circa la sua posizione in difesa dei diritti umani e delle questioni morali”.

“E ‘ovvio che le parti in causa hanno lottato per raggiungere una decisione, ma purtroppo credo che ancora non hanno fatto quella giusta. Piaccia o no, la F1 e lo sport in generale non sono al di sopra di tutto avendo una responsabilità sociale e di coscienza. La speranza è che la F1 possa tornare in Bahrain, ma nel momento giusto”.

L’australiano ha aggiunto di temere che la presenza della F1 nel paese non farà altro che esacerbare le tensioni politiche.

“Come pilota non mi sento affatto a mio agio andare lì a competere in un evento quando, nonostante le rassicurazioni in senso contrario, sembra inevitabile che causerà più tensioni al popolo di quel paese,” ha detto.

“Io non capisco perché il mio sport vuole porsi in una posizione per essere un catalizzatore di questo.”

Leggi altri articoli in Gran Premi

Lascia un commento

18 commenti
  1. luca

    4 Giugno 2011 at 15:24

    Parlano tanto di sicurezza dei piloti poi vanno a correre in 2 posti dove si rischiano rivolte già annunciate tra l’altro… ma come siamo messi… solo perchè i proprietari pagano a differenza di magni cours, a1 ring e gran premi europei che non hanno soldi..

  2. francesco (tifoso alonso)

    4 Giugno 2011 at 15:41

    @luca
    concordo pienamente con quello che hai detto…

  3. PaoloF

    4 Giugno 2011 at 16:02

    Parole sante Mark, ma il xxrco ingordo col caschetto vede solo i soldi, e poco importa se quei soldi sono macchiati di sangue e della sofferenza dei poveri.
    Hanno tolto gp a tante nazioni civili, solo perchè dove c’è legalità e giustizia è più difficile trovare i ricconi che buttano i soldi per organizzare i gp.
    Se il xxrco ricevesse una telefonata da gheddafi(in minuscolo) non ci penserebbe 2 volte ad organizzare il gran premio di Tripoli.

  4. anonymous

    4 Giugno 2011 at 16:50

    voglio vedere se te ne starai a casa invece che correre pagliaccio…ma scommetto che anche tu come nonno eccleston ti guardi il portafoglio e dici beh corro sennò non guadagno

    torna a fare l’idraulico che tanto spalare merd@ in pista o nei tubi è lo stesso per te fallito

  5. Federico Barone

    4 Giugno 2011 at 17:17

    Secondo me si dovrebbe boicottare questa corsa. Dovremmo fare pressione sulla Ferrari perchè si schieri contro la disputa di questo GP.

    Ignorate, se potete, le idiozie scritte da anonymous.

  6. PaoloF

    4 Giugno 2011 at 17:30

    @ Federico Barone

    Riguardo alla tua ultima frase, ti informo che è una grossa fatica.

  7. Mattia

    4 Giugno 2011 at 18:55

    Io sono d’accordo con ciò che ha detto Webber. Se il Gran Premio fosse stato annullato per altri problemi, sarebbe stato logico cercare di ripristinare il Gran Premio durante la stagione, ma per un motivo come questo direi proprio di no.

  8. Arturo

    4 Giugno 2011 at 21:10

    Già era triste correre nel deserto, cioè fare sport senza partecipazione di interessati, correrci in questa situazione poi… apoteosi dell’indifferenza e del profitto.

  9. anonymous

    5 Giugno 2011 at 21:06

    perchè scrivo idiozie?!
    dite così solo perchè la VERITA’ fa male eh?

    Se webber è davvero contro a questo GP non deve correre. punto
    invece anche lui è attaccato al dio denaro e per non perdere il gettone di presenza (perchè oltre a fare numero non fa null’altro) si presenterà come se nulla fosse in bahrein…

    CHI E’ DAVVERO CONTRO A QUESTO GP DEVE RESTARE A CASA INVECE DI PREDICARE BENE E RAZZOLARE MALE!!!!!!

    Ma tanto alla fine si correrà e io mi gusterò un’altro GP alla facciazza vostra :>

  10. PaoloF

    5 Giugno 2011 at 23:25

    @ Anonymous

    Se ti dessi una calmata, riusciresti a comprendere che Webber è bene o male un dipendente della Rb e quindi se lui si rifiutasse di correre, la sua scuderia, diretta emanazione di una multinazionale, lo licenzierebbe senza pensarci due volte.
    E se anche riuscisse a convincere la sua scuderia a non correre, la farebbe diventare vittima delle penali dei contratti di bernie.
    Poi ci vuole rispetto per chi lavora, anche se fa l’idraulico, anche se spala xxrda, ci vuole rispetto.

  11. anonymous

    6 Giugno 2011 at 01:56

    se il tuo capo ti dice di appenderti a testa in giù x 3 giorni lo fai o ti rifiuti?
    se lo fai dimmi dove lavori che voglio vederti, altrimenti evita di fare il moralista come l’idraulico webber

  12. Markinoooo

    6 Giugno 2011 at 07:09

    @Anonymous

    Sei propio un idiota da come scrivi……………..

  13. Federico Barone

    6 Giugno 2011 at 08:33

    Ragazzi, ascoltate il mio precedente consiglio… è meglio. 😉

  14. Beppe (tifoso RedBull)

    6 Giugno 2011 at 10:04

    @Anonymous
    hai forse comprato il cervello come optional da Mediaword?
    O ci sei o ci fai!! Non c’è alcuna alternativa

    Beppe

  15. anonymous

    6 Giugno 2011 at 12:20

    se io sono contro una cosa, non la faccio!
    Io non vado in giro a dire: non si ruba, e poi scippo una vecchia….se un mio amico mi dice di giocare a pallone e non ne ho voglia, non ci vado…non dico “no non vengo” e poi mi presento!
    Se in un paese c’è una guerra e non ci voglio andare, non ci vado, punto e basta! Se webber è contro al GP, deve starsene a casa!
    Ma sono felice che alla fine si presenti: a me non mi interessa di sto scandalo…e mentre tutti voi direte “che schifo sto GP” (da ipocriti quali siete), io me ne starò sul divano a GUSTARMI un’altro GP :>

  16. Beppe (tifoso RedBull)

    6 Giugno 2011 at 15:00

    @Anonymous
    L’ambiente del Circus della F1 non è così semplice come tu possa pensare.
    Vatti a rivedere il GP AUSTRALIA del 1989 e poi forse capirai che i piloti non sono altro che semplici attori/dipendenti di una potente regia (mi sorprende che tu non sappia certe cose!!).

    Beppe

  17. Federico Barone

    6 Giugno 2011 at 17:01

    Beppe, come fai a cascarci così facilmente? 😉

  18. anonymous

    6 Giugno 2011 at 17:36

    mi stai dando ragione allora beppe: i piloti sono solo dei pagliacci (pagati a peso d’oro), guidati a comando….bello schifo 😀

You must be logged in to post a comment Login

Articoli correlati