Maldonado: “A Singapore basta un errore e sei fuori”

I piloti Lotus sono reduci da un doppio ritiro a Monza

Maldonado: “A Singapore basta un errore e sei fuori”

Il suo Gp di Monza è durato la spazio di pochi metri per cause imputabili più alla sfortuna che ad errori e problemi tecnici.

Anche per questo la Lotus si avvicina all’appuntamento di Marina Bay smaniosa di rivincita considerati i buoni segnali ricevuti durante il weekend italiano.

“Come pista è notevole per le sue parti tecniche e le curve a novanta gradi, inoltre dall’Anderson Bridge e il Raffles Boulevard si gode di un’ottima vista – ha detto Romain Grosjean – L’insidia principale è rappresentata dalla pioggia, per il resto è importante idratarsi a dovere a fronte del gran caldo. Sebbene non potremo godere di aggiornamenti sono ottimista. Finora la E23 si è comportata bene ovunque”.

“Singapore è fantastica e il circuito divertente – il commento di Pastor Maldonado – Tecnicamente parlando occorre avere una vettura con buona trazione per affrontare al meglio i numerosi cambi di direzione lenti e stretti e capire come gestire la temperatura delle gomme dato che si gareggia di notte. I muretti a distanza ravvicinata riducono di molto i margini d’errore, mentre come layout non consente respiro disponendo di soli due rettilinei. In pratica è tutto un girare e frenare. Pure dal punto di vista fisico è impegnativo. L’umidità e la lunghezza della corsa complicano non poco la vita del pilota”.

Chiara Rainis

Leggi altri articoli in Gran Premi

Lascia un commento

1 commento
  1. Dariok

    13 Settembre 2015 at 00:20

    allora contiamo su di te, Pastor!!

You must be logged in to post a comment Login

Articoli correlati