L’ex-pilota Derek Daly sarà commissario al Gran Premio d’Italia

L’ex-pilota Derek Daly sarà commissario al Gran Premio d’Italia

L’ex-pilota di Formula Uno Derek Daly debutterà come commissario di gara al Gran Premio d’Italia.

Daly ha guidato per la Tyrrell, March e la Williams nella sua carriera di pilota, durata quattro anni dal 1978 al 1982 e sarà il rappresentante dei piloti di F1 al Gran Premio di Monza. Lo scorso Gran Premio questo ruolo era stato ricoperto da Nigel Mansell.

L’irlandese ha dichiarato: “All’inizio ero un po’ scettico, quando mi hanno detto che ora anche gli ex-piloti di F1 venivano usati come commissari, perché hanno sempre opinioni diverse su questo o quel problema. Tuttavia, vedo che questa è stata comunque una soluzione positiva e non vedo l’ora di partecipare anche io”.

Alessandra Leoni

L’ex-pilota Derek Daly sarà commissario al Gran Premio d’Italia
Vota questo Articolo
Leggi altri articoli in News F1

Lascia un commento

14 commenti
  1. LF1

    7 settembre 2011 at 11:36

    Ma dove li vanno a pescare personaggi del genere ?

  2. D-Lord

    7 settembre 2011 at 11:46

    All’inizio ero un po’ scettico, quando mi hanno detto che ora anche gli ex-piloti di F1 venivano usati come commissari, perché hanno sempre opinioni diverse su questo o quel problema.

    non ti preoccupare tra un po’ risolveranno il problema mettendo Mansell in tutte le gare!

  3. jacvil87

    7 settembre 2011 at 12:21

    Queste le parole di Daly:

    “All’inizio ero un po’ scettico, quando mi hanno detto che ora anche gli ex-piloti di F1 venivano usati come commissari, perché hanno sempre opinioni diverse su questo o quel problema. Tuttavia, vedo che questa è stata comunque una soluzione positiva e non vedo l’ora di partecipare anche io”.”

    INTERPRETAZIONE PERSONALE:

    “”All’inizio ero un po’ scettico, quando mi hanno detto che ora la F1 è fatta solo da vecchi rimbambiti usati come commissari, perché pensavo che bisognasse dare spazio a gente nuova. Poi però ho visto che hanno sempre opinioni diverse su questo o quel problema, quindi mi sono detto che potevo contribuire anch’io a rovinare ulteriormente questo sport, usando un metro di giudizio diverso per lo stesso incidente, a seconda di chi sia il pilota coinvolto. Tuttavia vi confesso che non vedo l’ora di partecipare dopo che mi hanno detto quanti milioni di dollari prenderò se accetterò questo stupido incarico per premere quattro pulsanti con gli altri rimbambiti dei giudici di gara!”.

  4. Fabi88

    7 settembre 2011 at 15:09

    Scusate, ma questo chi è? Non l’ho mai sentito nominare fra i piloti dei decenni precedenti…

    • LF1

      7 settembre 2011 at 16:01

      Non sarà mica il sosia di Enzo Mirigliani (organizzatore di Miss Italia) ???

  5. Fabi88

    7 settembre 2011 at 15:10

    Voglio dire: cos’ha fatto di così grande in F1?

  6. iorek

    7 settembre 2011 at 16:19

    era un buon pilota, nulla di speciale, diciamo un sutil di oggi.
    Come tutti i piloti dell’epoca era ruvido, molto duro.

    Certo che e’ invecchiato…….

    • iorek

      7 settembre 2011 at 16:27

      scusate mi confondevo con derek warwick, daly era abbastanza sfigato come pilota e anonimo.

  7. Fabrizio

    7 settembre 2011 at 16:34

    Beh..il buon Derek qualcosa di indimenticabile lo fece..Come dimenticare quel crash apocalittico al via del Gp di Monaco 1980.Al volante di una Tyrrell,tampono’ Giacomelli a St.Devote ed elimino’ oltre all’Alfa del bresciano anche la McLaren di Prost ed il suo compagno Jarier.Su YouTube lo troverai di sicuro…

  8. Cosimo (tifoso Toro Rosso, simpatizzante Ferrari) [[ a tutela della F1 fuori: Mike Coughlan e Briatore]]

    7 settembre 2011 at 17:04

    non credo che far fare il giudice ad uno che si ricorda per un megatamponamento causato da lui stesso….

    • jacvil87

      7 settembre 2011 at 18:11

      Cosimo, vai a giocare alla Play Station! E smettiamola di criminalizzare chi causa o è coinvolto in incidenti. Nelle corse l’incidente è una cosa del tutto naturale, che succede, capita. Sono esseri umani e anche loro sbagliano. Questa congiura contro chiunque sia autore di un incidente comincia a rompere parecchio i maroni… ORA BASTA!

      • Cosimo (tifoso Toro Rosso, simpatizzante Ferrari) [[ a tutela della F1 fuori: Mike Coughlan e Briatore]]

        8 settembre 2011 at 02:41

        ripeto: uno che viene appena ricordato per un grosso tamponamento è il meno indicato per tale ruolo PUNTO.

        P.S. la playstation non c’è l’ho da anni, (avevo la prima PS), ormai lavoro, ma a te che l’hanno regalata l’anno scorso giocaci pure bimbetto.

        P.P.S. Inutile continuare a parlare con i bambinetti, eviterò ulteriori repliche.

      • jacvil87

        8 settembre 2011 at 03:50

        Ecco, vai a lavorare allora invece di perdere tempo su questo forum.
        Essere ricordati per un incidente non dev’essere assolutamente una discriminante. Neanche fosse un criminale! Sempre meglio di uno che non è ricordato per niente. E comunque Derek Daly io l’ho visto correre, ho quasi tutti i GP integrali registrati di quegli anni e piano piano me li son guardati tutti facendomi una cultura, nonostante la mia giovane età. Non era un fenomeno, un po’ sfortunato ma comunque dignitoso.

  9. albitv

    7 settembre 2011 at 22:03

    Derek Daly esordì in una gara di F1 a Silverstone il 19/03/78 con una Hesketh al GP non valido per il mondiale chiamato International Trophy che condusse per alcuni giri sotto un diluvio apocalittico tanto che i vari soloni di allora (Hunt, Lauda, Andretti, Peterson, Icks, Depailler) uscirono tutti di pista. Anche Daly infine uscì alla Schikane ed il GP lo vinse Keke Rosberg con una Theodore orribile! Nel luglio 78 Brands Hatch esordì nel mondiale con una Ensign e concluse la stagione col sesto posto in Canada. A Zeltweg era quarto davanti Villeneuve sotto la pioggia prima di uscire. Nel 79 ancora Ensign per metà stagione e nell’80 con la Tyrrel (pazzesco davvero il volo in partenza a Montecarlo), nell’81 March, 82 Theodore e dopo il ritiro di Reutemanm fu ingaggiato dalla Williams e divenne il compagno di squadra proprio di Rosberg che quell’anno vince il monsiale. Poi andò in USa in F. Indy. Suo figlio Connor corre in GP3. Io ero un suo tifoso e tra i giovani piloti era il mio preferito.
    http://richardsf1.com/2010/06/06/exclusive-interview-derek-daly/

You must be logged in to post a comment Login

Articoli correlati