Indy 500 | Delusione McLaren, Alonso sulla mancata qualificazione: “E’ stata una settimana difficile”

"Siamo scesi in pista cercando di dare full gas, ma purtroppo non siamo stati abbastanza veloci", ha aggiunto

Alonso ha perso la possibilità di completare la 'Triple Crown' già questa stagione, perdendo la possibilità di schierarsi alla prossima 500 Miglia di Indianapolis
Indy 500 | Delusione McLaren, Alonso sulla mancata qualificazione: “E’ stata una settimana difficile”

Smaltita la delusione per la mancata qualificazione alla prossima 500 Miglia di Indianapolis, Fernando Alonso ha voluto esprimere le proprie sensazioni sui suoi canali social, sottolineando come la squadra abbia messo in campo il massimo impegno per questa sfida.

Nonostante il risultato, infatti, lo spagnolo ha ringraziato ogni singolo membro del team McLaren Indy Chevrolet, evidenziando come le altre squadre siano riuscite a estrarre il massimo dalla monoposto, aspetto che certamente è venuto a mancare per quello che riguarda la scuderia inglese.

L’obiettivo, adesso, sarà concentrarsi sui prossimi obiettivi, magari valutando un nuovo progetto per quello che riguarda la 500 Miglia della prossima stagione.

“Senza dubbio è stata una settimana difficile”, ha affermato lo spagnolo. “Abbiamo fatto del nostro meglio e anche nella giornata di oggi abbiamo lavorato con set-up e approcci completamente differenti. Siamo scesi in pista cercando di dare full gas, ma purtroppo non siamo stati abbastanza veloci. Non è mai semplice guidare a 227 miglia oraria”.

“Abbiamo fatto del nostro meglio, dimostrando coraggio in alcune circostanze, ma ci sono state persone che hanno svolto un lavoro migliore del nostro”, ha aggiunto. “I successi e le delusioni arrivano solamente se accetti grandi sfide. Abbiamo accettato tutto questo e adesso concentreremo sul prossimo obiettivo”.

Indy 500 | Delusione McLaren, Alonso sulla mancata qualificazione: “E’ stata una settimana difficile”
4.5 (90%) 2 votes
Leggi altri articoli in News F1

Lascia un commento

You must be logged in to post a comment Login

Articoli correlati