HRT: una qualifica difficile per Ricciardo e Liuzzi

HRT: una qualifica difficile per Ricciardo e Liuzzi

E’ stata una sessione di qualifiche difficile per la HRT, che ha visto i propri piloti posizionarsi in fondo allo schieramento.

Daniel Ricciardo, 24mo: “La mia prima sessione di qualifiche è stata tutto sommato buona, ma è stato frustrante il tempo, non siamo riusciti a fare due tentativi, quindi ci siamo dovuti limitare ad uno soltanto, ma va bene così. Vorrei essere un po’ più vicino agli altri, ma non riesco ad aspettarmi molto di più al momento, l’apprendimento cresce progressivamente. Sono distante mezzo secondo da Tonio, che non sembra molto, ma è abbastanza per un pilota, voglio fare di più ma non posso aspettarmi molto a questo punto, se riesco a chiudere il divario, è una cosa buona”.

“La F111 al momento è piuttosto buona, mi ha sorpreso il livello di grip con le gomme, verrà tutto con l’esperienza e riuscirò a sapere quanto potrò spingere. Nelle curve veloci riesco sempre a correre alla mia velocità. Penso che ci sia del potenziale e se sarò in grado di rimanere con la mente aperta e volenteroso nell’apprendimento, credo che riuscirò a progredire”.

“Ho incontrato il team mercoledì ed è stata un’introduzione piuttosto approfondita e credo che sia andata piuttosto bene, tutti sono veramente gentili. Con gli ingegneri, è difficile arrivare in F1 a metà stagione ed iniziare un nuovo rapporto, ma penso che si stia facendo abbastanza bene e sono certo che sarà più facile da qui”.

“Mi aspetto di finire la gara e di essere competitivo, se riesco a chiudere il distacco in gara e se riesco ad essere a qualche decimo da Tonio, potrebbe essere un progresso ed un buon inizio. Se riuscissimo a sopravanzare qualche altra macchina sarebbe un buon risultato”.

Vitantonio Liuzzi, 23mo: “E’ stata una qualifica difficile per via del tempo, ma anche perché abbiamo avuto problemi con la macchina sin da ieri; non era molto maneggevole sin dall’inizio e le condizioni meteo non ci hanno aiutato a capire i nuovi aggiornamenti portati alla macchina; non è stato facile, non abbiamo avuto il miglior bilanciamento per la qualifica, ma, a conti fatti, è stato il miglior tentativo che abbiamo potuto fare in tutto il fine settimana”.

“La gara sarà abbastanza difficile, perché i nostri rivali sembrano essere più veloci rispetto all’anno scorso. Sappiamo bene che il circuito non sarebbe stato un granché per la nostra auto, ma dobbiamo continuare a spingere e vedere come andrà domani”.

Alessandra Leoni

Leggi altri articoli in Gran Premi

Lascia un commento

2 commenti

You must be logged in to post a comment Login

Articoli correlati