GP Giappone: Anteprima e orari del weekend

GP Giappone: Anteprima e orari del weekend

Finalmente Suzuka! Il prossimo week-end la Formula 1 approdera' nella terra del sol levante, sul circuito di Suzuka, uno dei piu' belli, tecnici e difficili tracciati del mondiale. Gli appassionati lo adorano, i piloti amano guidare tra i suoi curvoni e il pubblico giapponese non manca mai di risevare un caloroso benvenuto al circus!

Si ritorno a Suzuka quindi, dopo due anni di gare sull'anonimo circuito del Fuji, la cui proprietaria Toyota ha dichiarato di non poter piu' sostenere economicamente l'organizzazione del Gran Premio, che quindi fino al 2012, almeno, si disputera' in pianta stabile sull'autodromo di proprieta' della Honda.

Si arriva a Suzuka ad una sola settimana di distanza dal Gran Premio di Singapore che ha visto trionfare l'alfiere della McLaren Lewis Hamilton, seguito da Glock ed Alonso. A favore di Hamilton si sono schierati anche quelli che dovevano essere i suoi rivali: Rosberg ha rovinato un'ottima prestazione e la possibilita' di lottare per la vittoria con un maldestro errore in uscita dalla corsia dei box. Ha tagliato la linea bianca ed e' stato penalizzato con drive thru. Stessa sorte e' toccata a Vettel penalizzato per aver superato il limite di velocita' all'interno della corsia dei box.

Notte fonda in casa Ferrari. Per tutto il week-end il team di Maranello si e' visto pochissimo. In tutta la gara la Ferrari e' stata inquadrata appena tre volte, il che e' tutto dire. Il team manager Domenicali non ha nascosto i problemi, promettendo pero' di continuare a combattere per il terzo posto nel costruttori, e gia' a Suzuka, pista che piu' si adatta alle caratteristiche della rossa, potrebbe arrivare una sorta di riscatto.

Il Gran Premio del Giappone e' per tradizione una delle gare dove storicamente si e' spesso deciso il titolo mondiale. Infatti gia' la prima edizione nel 1976 divenne leggendaria per il “coraggio di avere paura” di Lauda che, reduce dal rogo del ‘Ring, si ritiro' in modo controverso al secondo giro sotto il diluvio, dando cosi' la possibilita' ad Hunt di agguantare negli ultimi giri un terzo posto che gli valse il mondiale. L’anno dopo la gara venne vinta proprio da Hunt, ma il giovane debuttante Villeneuve fini' addosso a Peterson e poi tra il pubblico: due morti.

Dopo queste prime due edizioni, disputate sul circuito del Fuji, la F1 non mise piu' le ruote in Giappone fino al 1987, quando il Gran Premio venne corso sul selettivo circuito di Suzuka. Inizio' cosi' il ciclo dei campionati che vedevano il Giappone come la gara della resa dei conti: dall’87 al ’91 fu qui che il titolo venne assegnato. Nell’87 Mansell si infortuno' in prova e Piquet vinse il suo 3° titolo senza colpo ferire. L’anno successivo inizia lo show Senna-Prost: nell’88 e' Senna a prevalere con una gran rimonta che lo porta a vincere gara e titolo. Ma l’anno dopo scoppiano le polemiche: alla chicane, Senna, che deve vincere per tenere aperto il discorso mondiale, tenta il sorpasso sul leader Prost, che chiude la traiettoria, fuori entrambi.

Inutile ricordare le tonnellate di polemiche che seguirono alla squalifica di Senna e al titolo assegnato al francese. Comunque, l’anno successivo si replica, dato che Senna butta fuori Prost alla prima curva riprendendosi il titolo. Nel ’91 invece Ayrton vincera' ancora il titolo a Suzuka, ma senza veleni: Mansell, suo avversario della stagione, si insabbia da solo.

Il Giappone e' anche la terra per eccellenza dello scontro Ferrari-McLaren: dopo il ’76 e il ’90, ecco che nel ’98 e ’99 le due squadre si ritrovano ancora a competere per il titolo, ma entrambe le volte la McLaren di Hakkinen spegne i sogni della Ferrari, che pero' finalmente nel 2000 riesce a interrompere, proprio a Suzuka, il ventennale digiuno iridato con una entusiasmante vittoria del suo alfiere Schumacher, che da questa gara partira' verso un quinquennio di gloria.

Con la stagione che si avvia al termine, il mercato piloti e' ancora bloccato. Tutti aspettano l'imminente annuncio, che dovrebbe arrivare proprio in questo week-end, dell'ingaggio di Alonso da parte della Ferrari. Le ultime voci parlano di un contratto di cinque anni, con l'opzione per un sesto. Con Alonso ci sara' Massa. E Raikkonen? Il finlandese e' ormai in partenza. Il team piu' accreditato a prenderlo sembra essere la McLaren che lo affiancherebbe ad Hamilton. Ancora sconosciuta la destinazioen di Kovalainen. Robert Kubica dovrebbe prendere il posto di Alonso alla Renault. Nico Rosberg dovrebbe raggiungere la BrawnGP dove affiancherebbe Button.

Per la sua collocazione in calendario il Gran Premio del Giappone ha spesso deciso le sorti del mondiale. Per la precisione sono undici le volte in cui il Giappone e' stato decisivo. Questa di quest'anno potrebbe essere la dodicesima: il leader del mondiale Button per vincere gia' domenica deve "solo" guadagnare cinque punti su Barrichello. Vedremo se domenica la Formula 1 potra' salutare il suo trentunesimo campione del mondo…

Domenico Della Valle – Francesco Ferrandino

Lunghezza del circuito: 5,807 km
Giri da percorrere: 53
Distanza totale: 307,573 km
Numero di curve: 18 – 10 a destra e 8 a sinistra
Mescole Bridgestone: soffici/dure

RECORD
Giro in prova: 1:28.954 – M Schumacher – Ferrari – 2006
Giro in gara: 1:31.540 – K Raikkonen – McLaren Mercedes – 2005
Sulla distanza: 1h23:53.413 – F Alonso – Renault – 2006
Vittorie per pilota: 6 – M Schumacher
Vittorie per team: 8 – McLaren
Pole per pilota: 8 – M Schumacher
Pole per team: 9 – Ferrari
Giri veloci per pilota: 4 – M Schumacher
Giri veloci per team: 8 – Williams
Podi per pilota: 9 – M Schumacher
Podi per team: 23 – McLaren
Punti per pilota: 81 – M Schumacher
Punti per team: 167 – McLaren
———-

Albo d'oro
01. 1976 M Andretti – Lotus Ford
02. 1977 J Hunt – McLaren Ford
03. 1987 G Berger – Ferrari
04. 1988 A Senna – McLaren Honda
05. 1989 A Nannini – Benetton Ford
06. 1990 N Piquet – Benetton Ford
07. 1991 G Berger – McLaren Honda
08. 1992 R Patrese – Williams Renault
09. 1993 A Senna – McLaren Ford
10. 1994 D Hill – Williams Renault
11. 1995 M Schumacher – Benetton Renault
12. 1996 D Hill – Williams Renault
13. 1997 M Schumacher – Ferrari
14. 1998 M Hakkinen – McLaren Mercedes
15. 1999 M Hakkinen – McLaren Mercedes
16. 2000 M Schumacher – Ferrari
17. 2001 M Schumacher – Ferrari
18. 2002 M Schumacher – Ferrari
19. 2003 R Barrichello – Ferrari
20. 2004 M Schumacher – Ferrari
21. 2005 K Raikkonen – McLaren Mercedes
22. 2006 F Alonso – Renault
23. 2007 L Hamilton – McLaren Mercedes
24. 2008 F Alonso – Renault
———-

Orari del Gran Premio del Giappone

Venerdi' 2 Ottobre
10:00-11:30 (03:00-04:30) Prove Libere 1 – Sky Sport 2
14:00-15:30 (07:00-08:30) Prove Libere 2 – Sky Sport 2

Sabato 3 Ottobre
11:00-12:00 (04:00-05:00) Prove Libere 3 – Sky Sport 2
14:00-15:00 (07:00-08:00) Qualifiche – Sky Sport 2 – Rai Due

Domenica 4 Ottobre
14:00 (07:00) Gara – Sky Sport 2 – Rai Uno

Leggi altri articoli in News F1

Lascia un commento

You must be logged in to post a comment Login

Articoli correlati