GP Germania, Prove Libere 2: Webber precede Alonso e Vettel

GP Germania, Prove Libere 2: Webber precede Alonso e Vettel

E’ stato Mark Webber il più veloce nella seconda sessione di prove libere del GP Germania di Formula 1. Al Nurburgring l’australiano della Red Bull Racing ha preceduto Fernando Alonso (Ferrari) e l’altra Red Bull di Sebastian Vettel. Felipe Massa è quarto con l’altra Ferrari.

Cronaca
Anche la seconda sessione si è disputata su pista asciutta. Alguersuari si è ritrovato al comando con la Toro Rosso nei primi minuti con la maggior parte dei top team impegnati nella ricerca dell’equilibrio migliore per la gara con la mescola di gomme più dura. Alonso ha invece scelto di montare le morbide e si è portato al comando con 1.32.990 dopo i primi 10 minuti.

Problemi al motore per Ricciardo costretto a parcheggiare la sua HRT mentre Hamilton si è portato in questa fase in seconda posizione ad 1″4 da Alonso e davanti a Vettel, Heidfeld e Alguersuari. Poco dopo Vettel ha scavalcato l’inglese portandosi a 9 decimi da Alonso ma Webber ha fatto meglio portandosi a sei decimi dallo spagnolo. Bene anche Massa che si è issato alle spalle delle due Red Bull in quarta posizione.

Dopo i primi 20 minuti testacoda per Sutil alla chicane con il tedesco che è riuscito a proseguire. Dopo la prima mezzora di prove Petrov si è portato in quarta posizione alle spalle delle due Red Bull e davanti a Massa.

A 50 minuti dal termine il brasiliano della Ferrari con gomme morbide si è portato al comando con 1.32.772 per poi scendere a 1.32.466. Poco dopo Petrov si è inserito alle spalle di Webber in quarta posizione mentre Alonso a 45 minuti dal termine, sempre con gomme soft, è arrivato al bloccaggio alla prima curva perdendo diversi secondi. Il pilota della Ferrari si è rifatto al passaggio successivo girando in 1.31.879 e rifilando quasi sei decimi al compagno di squadra mentre Hamilton è salito in terza posizione a 8 decimi.

Da segnalare anche un’escursione sulla ghiaia per Alonso dopo aver ottenuto il suo miglior tempo in questa fase. Gomme morbide anche per gli altri piloti negli ultimi 40 minuti della sessione. Schumacher si è inserito al terzo posto davanti ad Hamilton ma poco dopo Webber ha fatto segnare il miglior tempo in 1.31.770. L’australiano è poi sceso a 1.31.711. A 28 minuti dal termine fuoripista senza conseguenze anche per Rosberg mentre Vettel ha fatto registrare il terzo tempo alle spalle di Webber e Alonso.

A 12 minuti dal termine Alonso con un controllo al limite ha rischiato la collisione con Schumacher. Nel finale posizioni invariate con Webber primo davanti ad Alonso, Vettel, Massa e le due Mercedes di Schumacher e Rosberg.

McLaren in difficoltà con Lewis Hamilton settimo a oltre un secondo e Jenson Button 11mo a 1″5. Ottavo e nono tempo per le Renault di Nick Heidfeld e Vitaly Petrov con il tedesco che ha testato i nuovi scarichi posteriori.

Adrian Sutil con la Force India chiude la top 10 mentre il suo compagno di squadra, Paul di Resta è 12mo davanti alla Sauber di Sergio Perez.

F1, GP Germania, Nurburgring Tempi e Risultati Prove Libere 2

Pos  Pilota                Team                   Tempo                 Giri
 1.  Mark Webber           Red Bull-Renault       1m31.711s   	         34
 2.  Fernando Alonso       Ferrari                1m31.879s  + 0.168	 38
 3.  Sebastian Vettel      Red Bull-Renault       1m32.084s  + 0.373	 28
 4.  Felipe Massa          Ferrari                1m32.354s  + 0.643	 36
 5.  Michael Schumacher    Mercedes               1m32.411s  + 0.700	 31
 6.  Nico Rosberg          Mercedes               1m32.557s  + 0.846	 32
 7.  Lewis Hamilton        McLaren-Mercedes       1m32.724s  + 1.013	 28
 8.  Nick Heidfeld         Renault                1m33.098s  + 1.387	 17
 9.  Vitaly Petrov         Renault                1m33.138s  + 1.427	 22
10.  Adrian Sutil          Force India-Mercedes   1m33.211s  + 1.500	 34
11.  Jenson Button         McLaren-Mercedes       1m33.225s  + 1.514	 17
12.  Paul di Resta         Force India-Mercedes   1m33.299s  + 1.588	 34
13.  Sergio Perez          Sauber-Ferrari         1m34.113s  + 2.402	 34
14.  Rubens Barrichello    Williams-Cosworth      1m34.344s  + 2.633	 34
15.  Jaime Alguersuari     Toro Rosso-Ferrari     1m34.487s  + 2.776	 37
16.  Kamui Kobayashi       Sauber-Ferrari         1m34.491s  + 2.780	 35
17.  Pastor Maldonado      Williams-Cosworth      1m34.996s  + 3.285	 35
18.  Heikki Kovalainen     Lotus-Renault          1m35.753s  + 4.042	 42
19.  Timo Glock            Virgin-Cosworth        1m36.940s  + 5.229	 32
20.  Karun Chandhok        Lotus-Renault          1m37.248s  + 5.537	 33
21.  Jerome D'Ambrosio     Virgin-Cosworth        1m37.313s  + 5.602	 33
22.  Tonio Liuzzi          HRT-Cosworth           1m38.145s  + 6.434	 31
23.  Daniel Ricciardo      HRT-Cosworth           1m40.737s  + 9.026	  5
24.  Sebastien Buemi       Toro Rosso-Ferrari     No time                 3

GP Germania, Prove Libere 2: Webber precede Alonso e Vettel
Vota questo Articolo
Leggi altri articoli in Gran Premi

Lascia un commento

71 commenti
  1. IlFerrarista

    22 luglio 2011 at 17:16

    Se i tempi sono davvero questi registrati si può notare che la Ferrari ha davvero trovato la strada giusta, un pò in ritardo per quest’anno ma è già un bel passo in avanti per l’anno prossimo. Devo dire bravo anche Felipe, forse gli piacciono i Gp di Germania. Vettel mi è sembrato in una leggera (minuscola) flessione, non mi ha convinto tantissimo, bravo Webber, bisogna però vedere la qualifica (senza contare eventuali problemi di “surriscaldamento motore”:/). Le McLaren? Non pervenute, altro che “recupereremo 7 decimi grazie agli scarichi…NP”. Le Mercedes forse hanno trovato qualche soluzione interessante. Invece, per quanto riguarda quell’asso di Ricciardo, io sono mezzo sconvolto. Avrà anche fuso, ma il motore si fonde per diversi motivi, qualcosa lui c’entrerà pure, ma a parte questo io sn ancora sconvolto dai 7 decimi ke si è preso dalla Freccia indiana di Karthikeyan. Le Renault? Stendiamo un velo pietoso?

  2. capitanAmerica

    22 luglio 2011 at 17:18

    Ungheria 89 Mansell mi sembra 14o in partenza o peggio,umiliò Senna e vinse in un sorpasso a Tre da antologia che solo Hakkinen ripetè…non mi sembra di aver visto Riccioli d’Oro rifare la stessa cosa fin’ora quando non guidava sui binari come fa adesso……..se qualcuno non crede un bel YouTube d’annata con birra….Meditate gente …Meditate

    • 27rosso

      22 luglio 2011 at 17:42

      E chi se lo dimentica quel sorpasso all’Hungaroring: si usciva da uno strapotere deprimente della Mecca e vedere la papera che infilava quel sorpasso in discesa fu da sbavo assoluto. p.s. perchè non ci sono piu’ piste con veri dislvelli? Era tanto bello vedere monoposto in sovrasterzo sugli avallamenti.

    • Alef1fan

      22 luglio 2011 at 18:14

      Mansell era Mansell. Quanto avrei voluto vedere lottare Senna,Prost,Mansell,Schumacher contemporaneamente ad armi pari… che spettacolo.

  3. capitanAmerica

    22 luglio 2011 at 18:00

    se fosse vero che tornasse la F1 a Kyalami in Sud Africa li si vede il contropelo in una curva…o a Laguna Seca nel collo di bottiglia

  4. Baccio

    22 luglio 2011 at 18:08

    Grande schumi, ma non è che rosberg ultimamente stia invecchiando precocemente insieme ad hamilton, visto che le prendono dal vecchio leone!!

    • 27rosso

      22 luglio 2011 at 18:19

      Ehm…di leone ce ne è stato e ce ne sarà sempre e solo uno ed è proprio quello menzionato nel famoso sorpasso dell’89. Che pilota…

  5. capitanAmerica

    22 luglio 2011 at 21:04

    *Alef1fan Ti capisco,seguo la F1 dall’84 e ho visto cose che Voi più giovani,mi fanno venire una nostalgia…….quando Senna disse senza mezzi termini che avrebbe buttato fuori chiunque per il Mondiale 88 o il pianto di gioia genuino di Mansell quando vinse il Titolo,il vecchio rettilineo di Barcellona Mansell e Senna appaiati a guardarsi per le visiere…………….

  6. capitanAmerica

    22 luglio 2011 at 21:07

    I drammi purtroppo…….le morti di Imola in diretta…la prima vittoria in casa di Ayrton…Ayrton estratto dalla McLaren in stato quasi vegetativo dopo buona parte della gara in quinta marcia cosa successa poi anche a Schummi,il cappottamento di Ayrton in Messico…….ma anche quando sulla griglia Piquet dava dell’omosessuale a Senna,mentre si circondava di gnocche………..

  7. capitanAmerica

    22 luglio 2011 at 21:10

    ragazzi bisognerebbe aprire una petizione che ne so,una pagina su FB per far tornare le ragazze sul podio a fine gara come al giro d’Italia come ai tempi di Lauda,Villeneuve sr,Andretti…..basta con le mummie,allora si che la F1 tira…come dice un proverbio!

    • Amos (Tifoso Sutil e Force India)

      22 luglio 2011 at 21:55

      T’ho beccato.. allora le Force India ora a quanto sono, e quanto hanno distaccato le sauber toro rosso e williams?? 😉

You must be logged in to post a comment Login

Articoli correlati