GP d’Italia, Esteban Ocon: “Penso che qui eravamo in grado di fare di più. E’ un peccato”

Il francese, al pari di tutto il team, è deluso per l'occasione persa a Monza

GP d’Italia, Esteban Ocon: “Penso che qui eravamo in grado di fare di più. E’ un peccato”

Nulla di nuovo per la Manor, che ha chiuso con una vettura classifica all’ultimo posto (quella di Ocon) e con un ritiro (quello di Pascal Wehrlein), venendo quindi battuta dalla Sauber e dalla Renault. Nonostante ciò però la situazione di classifica sorride ancora al team di Banbury in quanto la Sauber non ha ancora ottenuto alcun punto in questa stagione.

Esteban Ocon – 18°: “L’obiettivo era quello di prendere la bandiera a scacchi, ma in una posizione migliore. E’ stato un Gran Premio lungo e duro. Eravamo sulle gomme medie per un lungo stint – 32 giri – e nessuna opportunità si è presentata. Al termine della gara, sulle gomme morbide, eravamo davvero al limite. Dunque è bello finire la gara, specialmente dopo i problemi sulla macchina di Pascal. Ho corso due gare fino ad ora ed ho imparato molto sulle gomme e su come gestire le corse, e adesso sono pronto ad usare l’esperienza per lottare per posizioni migliori. Penso che qui eravamo in grado di fare di più, quindi è un peccato. Le ultime gare sono state difficili, ma erano anche le mie prime due gare in F1. Ho raggiunto il mio sogno a Spa, dopo una lunga strada, e le cose possono solo migliorare sia per me che per il team. Sono deluso oggi ma non vedo l’ora di tempi migliori nelle prossime gare.”

Pascal Wehrlein – ritirato: “Sono leggermente deluso naturalmente. Quando ho sentito il mio ingegnere dirmi “Ferma la macchina. Ferma la macchina”, non volevo crederci. Ho dovuto ascoltare con attenzione quello che sentivo per capire che fosse tutto vero. Naturalmente è stato tutto fatto per preservare la vettura, dunque sapevo cosa dovevo fare ma non volevo crederci. Il team sta facendo dei passi in avanti davvero importanti con la vettura, dunque il ritiro di oggi è solo una piccola parentesi. Mettersi tra le due Mclaren in qualifica, le possibilità di lottare per il Q2 sono tutte cose belle. Inoltre ci mettono in una posizione migliore per lottare in gara. Oggi la situazione è stata difficile, soprattutto conoscendo il potenziale della vettura e spingendola al massimo. Ma so che il team è in grado di risolvere i problemi velocemente. E’ deludente per tutti e non possiamo permetterci di perdere le possibilità di altri buoni risultati se vogliamo proteggere la nostra posizione nei costruttori. Torneremo a lottare a Singapore, una gara che aspetto impazientemente. Spero che saremo in grado di lottare.

Dave Ryan, Racing Director
: “Una giornata molto dura che non vogliamo ripetere per molto tempo. Siamo venuti a Monza con delle grosse aspettative e come dimostrato dalla qualifica di Pascal quest’ultime erano giustificate. In ogni caso siamo stati delusi dall’affidabilità di entrambe le vetture in vari momenti del weekend e quindi il risultato ne è la diretta conseguenza. Sia Pascal che Esteban sono stati brillanti in tutto il weekend ed ovviamente sono frustrati dal fatto che ci siamo fatti sfuggire un’opportunità, questo è uno sport di squadra e collettivamente noi siamo il Manor Racing Team e da questa base partiremo per Singapore con il proposito di fare meglio.”

Stefano Rifici (@SedyBenoitPeace)

Leggi altri articoli in Gran Premi

Lascia un commento

You must be logged in to post a comment Login

Articoli correlati