Formula 1 | Wehrlein torna sulla bocciatura in Sauber: “Servivano 15 milioni per confermare il sedile”

"Purtroppo non siamo riusciti a mettere insieme quella cifra e la squadra ha preferito Marcus" ha aggiunto

Formula 1 | Wehrlein torna sulla bocciatura in Sauber: “Servivano 15 milioni per confermare il sedile”

In un’intervista rilasciata alle colonne di Auto Bild, Pascal Wehrlein è tornato sulla bocciatura da parte del team Alfa Romeo Sauber, sottolineando come la scelta di buttarlo fuori dalla squadra sia stata prettamente economica. Il tedesco, infatti, non è riuscito a mettere insieme i 15 milioni di budget richiesti dal team, finendo dietro a Marcus Ericsson per quello che riguarda le preferenze della squadra. Per il secondo sedile, invece, Charles Leclerc era una richiesta di Ferrari e Alfa Romeo, ragion per cui Mercedes si è dovuta defilare. L’obiettivo di Wehrlein è cercare di fare il massimo nel 2018, magari conquistando il secondo titolo DTM della propria carriera, così da avere delle carte da giocare durante la prossima finestra di mercato.

Ecco le parole di Pascal Wehrlein: “Sfortunatamente non sono riuscito a conquistare un posto in Formula Uno. La mossa del DTM è stata relativamente semplice perchè è un ambiente che conosco e posso godere del supporto di Mercedes. E’ inutile tornare sulla scorsa stagione: per confermare il sedile servivano 15 milioni di euro e il progetto non è andato a buon fine. Non siamo riusciti a mettere insieme quel budget. E’ deludente”.

Sul futuro nel Circus ha invece aggiunto: Potrei affiancare questo progetto a un programma di sviluppo per qualche team, ma nulla è certo per adesso. E’ difficile pianificare il 2019, ovviamente, ma il mio obiettivo è tornare in griglia. Il titolo DTM potrebbe darmi una grossa mano in tal senso”.

Roberto Valenti

Formula 1 | Wehrlein torna sulla bocciatura in Sauber: “Servivano 15 milioni per confermare il sedile”
Vota questo Articolo
Leggi altri articoli in News F1

Lascia un commento

1 commento

Articoli correlati