Formula 1 | Bratches conferma il lancio della piattaforma streaming anche in Europa, ma non è prevista una copertura in Italia

In cantiere diverse novità per la trasmissione in TV

Formula 1 | Bratches conferma il lancio della piattaforma streaming anche in Europa, ma non è prevista una copertura in Italia

Liberty Media è pronta a rivoluzionare la trasmissione della Formula Uno in televisione. Secondo quanto riportato da Sean Bratches, braccio destro di Chase Carey, l’organizzazione statunitense avrebbe messo a punto l’intera strategia di trasmissione per il 2018, apportando delle corpose modifiche al concetto introdotto qualche anno dallo staff di Bernie Ecclestone. Oltre allo streaming e alla nuova piattaforma multimediale, Liberty avrebbe in cantiere diversi cambiamenti sull’attrezzatura presente in circuito, tra cui un nuovo posizionamento delle telecamere, nuovi microfoni e l’introduzione di una nuova serie di postazioni di controllo lungo il tracciato in collegamento diretto con la sala regia. In arrivo anche una nuova grafica e una serie di novità in stile USA.

Ecco le parole di Sean Bratches: “Abbiamo concordato l’intera strategia di trasmissione per il 2018 e non vediamo l’ora di metterla all’opera. Rispetto al passato abbiamo apportato numerose modifiche e speriamo di portarne avanti altrettante nel corso della stagione. Dall’Australia, infatti, gli appassionati potranno contare su un miglior posizionamento delle telecamere, più basse per una maggiore idea e raffigurazione della velocità, nuovi microfoni, una nuova grafica e su degli spotter lungo la pista in collamento diretto con la sala regia. Questi comunicheranno eventuali zone “calde” da inquadrare, magari per un sorpasso“.

Inoltre stiamo per lanciare la piattaforma streaming in Cina, Stati Uniti, America Latina, Brasile, Germania, Francia e un certo numero di altri paesi nordici. La realizzazione di questo progetto è stata difficoltosa, ma siamo riusciti a trovare una quadra con gli stessi diritti ceduti a quei paesi. Pensiamo che questo sia un metodo vincente per il futuro”, ha aggiunto. Nessuna copertura streaming per l’Italia quindi, con gli appassionati che dovranno appoggiarsi esclusivamente a Sky, NowTV e TV8.

In sintesi:
– Nuova posizione per le telecamere, più basse per “aumentare il realismo”
– 25 spotter lungo il tracciato per suggerire alla race control i sorpassi da inquadrare
– Nuova grafica
– Nuovi microfoni
– Musica durante le gare
– Uso di highlights durante la gara
– OTT disponibile in Cina, USA, zona latino-americana, Brasile, Germania e Francia – grazie agli ultimi accordi firmati
– Nuovo sito

Roberto Valenti

Leggi altri articoli in News F1

Lascia un commento

1 commento

You must be logged in to post a comment Login

Articoli correlati