Formula 1 | Alfa Romeo, “bicchiere mezzo pieno” dopo l’ultimo GP di Monaco

Vasseur: "Quinti nel costruttori nonostante un week-end non semplice"

Formula 1 | Alfa Romeo, “bicchiere mezzo pieno” dopo l’ultimo GP di Monaco

Moderata soddisfazione per Frederic Vasseur al termine dell’ultimo Gran Premio di Monaco, settimo appuntamento del mondiale 2022 di Formula 1.

Intervistato dal sito ufficiale dell’Alfa Romeo, il Manager francese ha analizzato i piazzamenti ottenuti da Valtteri Bottas e Zhou Guanyu a Monte Carlo, precisando come la squadra, nonostante le difficoltà affrontate nel corso del fine settimana, sia riuscita a mantenere il quinto posto nel costruttori ai danni di Haas e AlphaTauri. Indicazioni importanti che devono tenere alto il morale del team in vista del prossimo round in Azerbaijan, tra due settimane.

“Le condizioni in pista erano abbastanza insidiose e portare al traguardo entrambe le vetture era l’obiettivo primario della squadra”, ha affermato il Team Principal. “Sapevamo che, dopo un sabato difficile, per raggiungere la zona punti serviva una gara perfetta ed è quello che siamo riusciti a fare, dato che la strategia aggressiva ci ha permesso di recuperare alcune posizioni con entrambe le vetture. I due punti portati a casa da Valtteri ci permettono di volare a Baku con il quinto posto nel mondiale costruttori”.

5/5 - (1 vote)
Motorionline.com è stato selezionato dal nuovo servizio di Google News,
se vuoi essere sempre aggiornato sulle nostre notizie
Seguici qui
Leggi altri articoli in News F1

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Articoli correlati

Formula 1 | Toto Wolff apre al binomio Andretti-CadillacFormula 1 | Toto Wolff apre al binomio Andretti-Cadillac
News F1

Formula 1 | Toto Wolff apre al binomio Andretti-Cadillac

"La collaborazione tra Andretti e una casa come Cadillac è un fattore indubbiamente positivo", ha rivelato il TP
Nella conferenza stampa di saluto a James Vowles, nuovo Team Principal della Williams, Toto Wolff ha toccato l’argomento “scottante” di