Ferrari, Tombazis: “Vogliamo vincere ancora”

Ferrari, Tombazis: “Vogliamo vincere ancora”

I Capo Progettisti non si vedono solitamente durante i Gran Premi dato che non svolgono alcun ruolo specifico in pista. Inoltre, ci stiamo avvicinando al periodo dell’anno in cui la loro attenzione si sposta in modo univoco alla vettura del prossimo anno. Quindi i media che si occupano di F1 sono stati felici di scoprire che il Capo Progettista della Scuderia Ferrari, Nikolas Tombazis, si trovava qui al “Ring”, pronto a rispondere alle domande.

La prima domanda riguarda le parti della Ferrari 150º Italia che si trovano attualmente in fase di lavorazione. “Abbiamo fatto progressi nel campo degli scarichi che a nostro avviso rappresentano un’area che ha ancora margini di sviluppo”, ha cominciato Tombazis. “Dopo i vari chiarimenti a livello regolamentare, abbiamo una visione leggermente più chiara di quello che dobbiamo fare dalle prossime gare per migliorare in quel settore specifico. Crediamo di poter guadagnare un po’ in prestazioni proprio in quella zona. Inoltre, a partire da questa gara, abbiamo un nuovo progetto dei condotti del freno posteriore, mentre l’ultima gara abbiamo introdotto una nuova ala posteriore e questo è un altro settore in cui continuiamo a spingere sullo sviluppo perché, con l’introduzione del DRS quest’anno, è un qualcosa in cui vi è spazio per dei miglioramenti. Abbiamo anche un programma piuttosto approfondito che riguarda l’ala anteriore e che dovrebbe permetterci di produrre ulteriori sviluppi in vista delle prossime gare.”

Proprio perché la vettura del prossimo anno è ormai all’orizzonte, al progettista è stato chiesto quante risorse possono continuare ad essere messe nel modello 2011, in particolare per ciò che riguarda il diffusore soffiato, che sarà vietato la prossima stagione. “Questa è un’area che permette un chiaro guadagno di prestazioni e quindi dobbiamo spendere un bel po’ di risorse per lavorarci,” ha affermato Tombazis. “Ci sono ancora molte gare e vogliamo ottenere più vittorie quindi dovremo continuare a lavorare per questo, anche se tutto ciò non ha alcuna incidenza sulla vettura del prossimo anno, mentre altri sviluppi che stiamo usando ora saranno anche utili per l’auto del 2012. Non sarà il caso in cui si partire da un foglio di carta, ma il grado di cambiamento per il prossimo anno sarà notevole. Silverstone ha mostrato un miglioramento delle prestazioni e ci siamo qualificati meglio qui rispetto a quanto avremmo fatto un paio di mesi fa. Gli sviluppi che abbiamo in cantiere per le prossime gare dovrebbero vederci competitivi nelle prossime gare per il resto di questa stagione.”

Il programma a lungo termine della Formula 1 è stato tracciato di recente, tra cui grandi cambiamenti su tutta la linea. “Le regole che si applicheranno dal 2014 influenzeranno molte aree, la più importante, naturalmente, è il motore,” ha detto il Capo Progettista. “Tuttavia, adesso è un po’ troppo presto per iniziare a lavorare su questo programma. Al momento, il nostro principale obiettivo è triplice: uno è quello di vincere più gare possibile quest’anno, poi procedere con un nuovo approccio al prossimo anno, in quanto riteniamo che non abbiamo seguito i nostri normali standard negli ultimi due anni, in modo da poter lottare davvero per il Campionato dalle primi posizioni. Il terzo obiettivo è che i nostri colleghi che si occupano del motore producano un pacchetto che si adatti bene su qualsiasi vettura sia in progetto per il 2014, ma da questo punto di vista, non possiamo dire di aver già iniziato la ricerca.”

Leggi altri articoli in Gran Premi

Lascia un commento

4 commenti

You must be logged in to post a comment Login

Articoli correlati