Ferrari, Domenicali: “Comincia una nuova sfida”

Per il team principal sarà "una stagione lunghissima"

Ferrari, Domenicali: “Comincia una nuova sfida”

Ormai è quasi tutto pronto nel paddock dell’Albert Park. Domani è la prima giornata ufficiale del weekend di gara, che si apre con i consueti appuntamenti FIA con i media. Oggi erano in pista anche tutti i tecnici della Scuderia, eccezion fatta per Pat Fry, ancora in viaggio per raggiungere Melbourne. Fernando Alonso ha fatto un salto in pista prima di dedicarsi ad uno dei suoi sport preferiti, il ciclismo. Ne ha approfittato il suo ingegnere di pista Andrea Stella per fare un punto tecnico con il pilota spagnolo in vista di questo primo Gran Premio dell’anno: ci sarà ancora tempo per le parole – almeno fino alle prime prove libere di venerdì – e poi toccherà alla pista cominciare a dare i primi verdetti.

“C’è gran voglia di partire con una nuova sfida” – ha detto il Team Principal Stefano Domenicali prima di imbarcarsi sull’aereo che lo sta portando in Australia – “Sarà una stagione lunghissima e, almeno questa è la mia sensazione, molto incerta: ci sono tante squadre che possono dire la loro, soprattutto all’inizio. Noi arriviamo in Australia sapendo di non aver raggiunto i nostri obiettivi di prestazione per una serie di ragioni di cui si è ampiamente parlato nei giorni scorso. Però, lo voglio ripetere ancora una volta, dovremo aspettare ancora qualche giorno prima di sapere dove ci troviamo davvero rispetto agli altri. Resto convinto che noi saremo lì a lottare e lo faremo fino alla fine. Lo avevo detto anche alla fine della stagione scorsa: se dovessimo andare forte alla prima gara non bisognerà montarsi la testa così come se non dovessimo essere competitivi ai massimi livelli non dovremo abbatterci ma rimanere concentrati sul lavoro di sviluppo della macchina. Il campionato finisce alla fine di novembre, non dimentichiamocelo mai.”

Il Gran Premio d’Australia è stato a lungo terreno propizio per la Scuderia: dal 1999 al 2004 soltanto una volta, nel 2003, il successo sfuggi al Cavallino Rampante. Quattro volte Michael Schumacher (2000, 2001, 2002 e 2004) e una Eddie Irvine (1999) portarono una Rossa a tagliare il traguardo per prima all’Albert Park. In precedenza, Gerhard Berger aveva ottenuto la vittoria ad Adelaide nel 1987 mentre vent’anni più tardi fu Kimi Raikkonen, oggi al ritorno in Formula 1 dopo un’assenza di due anni, a dare alla Ferrari il settimo successo e, almeno finora, l’ultimo. Dopo il trionfo del finlandese, allora all’esordio con la Scuderia, sono stati tanti i dolori e pochissime le gioie. Su otto partecipazioni soltanto una volta è arrivato un piazzamento sul podio, ottenuto nel 2010 grazie a Felipe Massa. Quello è stato anche il miglior risultato del pilota brasiliano in questo Gran Premio, un appuntamento anche per lui statisticamente ostico. Più degno di nota invece lo score del suo compagno di squadra, Fernando Alonso. Lo spagnolo è salito sul podio quattro volte (una vittoria, un secondo e due terzi posti) ed è sempre arrivato al traguardo, anche nella sua gara d’esordio in Formula 1, nel 2001: allora, alla guida di una Minardi, Fernando concluse la corsa in dodicesima posizione pur essendo partito diciannovesimo. Nei suoi primi due anni in rosso il due volte campione del mondo si è abbonato al quarto posto a Melbourne: forse quest’anno è la volta buona per migliorarsi e ritornare a rivedere il podio.

Ferrari, Domenicali: “Comincia una nuova sfida”
Vota questo Articolo
Leggi altri articoli in Gran Premi

Lascia un commento

9 commenti
  1. エマニュエル

    14 marzo 2012 at 11:17

    Buon mondiale SF

  2. marco

    14 marzo 2012 at 11:32

    purtroppo per noi caro Domenicano la stagione sara’ si’ lunghissima perche’ a meno di miracoli dovremo sopportare la tua incompetenza fino e fine stagione e tu ora non hai piu’ il tempo di prepararti con CEPU!

  3. Beppe (tifoso Redbull)

    14 marzo 2012 at 11:43

    Buon lavoro Stefano hai molte possibilità per metterti in gioco.

    Beppe

  4. Speed Limit OO

    14 marzo 2012 at 12:08

    Redazione, ma avete ancora l’auto refresh attivo sulle vostre pagine??? non è possibile guardare il video per poi refreshare il tutto a meno di un inuto dalla fine… che rottura…

    • Samuele

      14 marzo 2012 at 12:21

      Per non parlare della premura con cui dobbiamo scrivere i messaggi che ci impedisce il piu delle volte di rileggerli ed eventualmente correggerli.

  5. Stefano

    14 marzo 2012 at 12:34

    Lasciamo in pace il buon Domenicali; fra l’altro è anche reduce da intervento per cataratta all’occhio destro.

  6. marco

    14 marzo 2012 at 16:21

    ah si’ ha fatto la cataratta…poverino!chissa’ ora si mettera’ in malattia e forse ce lo leviamo per qualche tempo di torno!comunque speriamo che senza la cataratta ci veda meglio e quindi sia piu’ sveglio

  7. stefano

    14 marzo 2012 at 16:51

    io mi auguro solo che vada meglio dell’anno scorso(che nn è la vincita mondiale)inutile prenderci in giro,forza ferrari!!!!!!!!

  8. xer

    14 marzo 2012 at 22:21

    mi sa che domenicano, se a metà stagione ripete gli stessi risultati fa la fine di Costa

You must be logged in to post a comment Login

Articoli correlati