F1 | Wolff dà consigli alla Williams: “Nè Kubica nè Sirotkin, devono prendere un giovane”

"Metterei uno di quei giovani brillanti per trasformarlo nella prossima superstar"

F1 | Wolff dà consigli alla Williams: “Nè Kubica nè Sirotkin, devono prendere un giovane”

Robert Kubica né Sergej Sirotkin. Toto Wolff crede che la Williams debba abbandonare i suoi precedenti piani  e scommettere su una new entry, una giovane promessa che possa far crescere e maturare per diventare un grande pilota di Formula 1.

La Williams è l’unica squadra che non ha ancora chiuso la sua scuderia per la prossima stagione. Lance Stroll ha un contratto, ma il nome del suo partner è ancora un mistero. Kubica e Sirotkin sono i due favoriti, ma tutto verrà chiarito nel mese di gennaio 2018. Il russo sembra favorito, ma negli ultimi giorni si è parlato di un’offerta da 7 milioni da parte di Nico Rosberg agente di Kubica.

Secondo quanto dichiarato da Toto Wolff, invece, la Williams dovrebbe abbandonare questa strada e cambiare completamente le sue aspettative per il campionato 2018: “Se fossi la Williams quello che farei ora sarebbe essere intelligente e mettere in pista George Russell, oppure uno come Lando Norris, un Charles Leclerc…“, ha dichiarato alla BBC. “Metterei uno di quei giovani brillanti per trasformarlo nella prossima superstar”. Ha fatto degli esempi per spiegare le sue opinioni. Secondo l’austriaco, inoltre, la Williams sta attraversando una “realtà economica” concreta che li spinge a cercare il “giusto compromesso” anche e soprattutto per non trovarsi in difficoltà nel futuro. Sa molto bene di cosa sta parlando, perché prima di arrivare in Mercedes era un azionista della Williams. Quello che è subito saltato all’occhio è che Wolff non abbi menzionato Pascal Wehrlein, il cui futuro in Formula 1 è più incerto che mai dopo quello che ha deciso la sua Sauber per il 2018.

F1 | Wolff dà consigli alla Williams: “Nè Kubica nè Sirotkin, devono prendere un giovane”
Vota questo Articolo
Leggi altri articoli in News F1

Lascia un commento

1 commento

Articoli correlati