F1 | Wolff ammette: “Dovevo rimanere solo tre anni in Mercedes”

"Nel 2020 ho capito davvero che questa era la mia strada", ha detto Toto

F1 | Wolff ammette: “Dovevo rimanere solo tre anni in Mercedes”

Toto Wolff sta per cominciare l’undicesimo anno alla guida della Mercedes. Lasciata la Williams, nel 2013 ne divenne direttore esecutivo, scalando le gerarchie e diventandone ora team principal e amministratore delegato. L’austriaco, in un’intervista rilasciata nei giorni scorsi a The Times ha ammesso come questo progetto dovesse essere triennale, e non a lungo termine. Dopodiché la cosa è iniziata a piacere al manager, il quale, dopo aver rinnovato per altri tre anni, ha capito di voler fare questo per sempre, venendo di fatto “inglobato” dal mondo della Formula 1.

“Volevo una vita migliore per me stesso e ho fatto il possibile per arrivare al successo – ha ammesso Toto. Quando ho iniziato con Mercedes nel 2013 si trattava di un progetto triennale, sarei stato team principal e azionista al 30%, dopodiché avrei rivenduto le mie quote, questo era l’accordo, ma dopo tre anni mi sono accorto di quanto fosse divertente, tutti hanno visto il successo ottenuto e abbiamo prorogato per ulteriori tre stagioni, ma nulla di definitivo nemmeno in questo caso. E’ sempre stata questa la mia vita: comprare, investire, sviluppare, vendere”.

“Poi nel 2020 sono giunto alla conclusione che questo era quello che desideravo fare, mi piace il lato sportivo e amo il lato commerciale, e durante il Covid abbiamo imparato come le società di contenuti siano resistenti alle crisi, e se sei in grado di mettere su uno spettacolo e trasmetterlo questo sarà in grado di intrattenere le persone. La vera difficoltà per le società di media è creare contenuti, e il più prezioso è lo sport. Le varianti delle squadre sportive come NBA, NFL, calcio europeo e Formula 1 sono franchigie limitate, molto difficili da replicare, perché devi investire molto prima di poter diventare competitivo e generare visibilità”.

5/5 - (1 vote)
Motorionline.com è stato selezionato dal nuovo servizio di Google News,
se vuoi essere sempre aggiornato sulle nostre notizie
Seguici qui
Leggi altri articoli in News F1

Lascia un commento

You must be logged in to post a comment Login

Articoli correlati