F1 | Williams, Kubica: “C’è tanto lavoro da fare, ci aspetta un inverno lungo e tosto” [VIDEO]

Stroll: "Tutto è possibile nelle qualifiche". Sirotkin: "Le FP2 più difficili della stagione"

F1 | Williams, Kubica: “C’è tanto lavoro da fare, ci aspetta un inverno lungo e tosto” [VIDEO]


I piloti della Williams hanno commentato la prima giornata di libere del Gran Premio di Abu Dhabi, ultimo appuntamento del Mondiale 2018. Robert Kubica, che ha preso parte alle FP1 in sostituzione di Sergey Sirotkin, si è concesso ai microfoni dei colleghi di Sky Sport F1, mentre il pilota russo e Lance Stroll hanno rilasciato le proprie sensazioni al sito ufficiale della scuderia di Grove.

ROBERT KUBICA
FP1: 20°, 1:42.992 (+4.501) – 25 giri
FP2: //
“Da un lato, dopo l’annuncio che correrò nel 2019, mi sento libero perché è stato un percorso lungo e faticoso. D’altro canto, però, so cosa mi aspetta e a cosa vado incontro. C’è tanto lavoro da fare, sia parte mia che del team, quindi ci aspetta un inverno tosto e lungo. Però, speriamo che questo pagherà in positivo con la macchina nuova e con l’inizio della prossima stagione. Come aiutare la Williams a risorgere? Lavorando, essendo onesti, almeno tra di noi, e affrontando i problemi che abbiamo: questa è la priorità e la base del lavoro che dovremo fare perché è inutile nascondersi dietro un angolo, i problemi ci sono e vanno affrontati, o almeno bisogna provarci. Poi se ci riusciremo o meno, questo non lo posso sapere. È vero, comunque, che l’anno prossimo il regolamento ci aiuterà un po’, visto che ripartiamo praticamente con la macchina da zero. Però la situazione non è facile: i team della seconda/terza fascia stanno lavorando sodo, come abbiamo visto quest’anno con la Sauber”.

LANCE STROLL
FP1: 15°, 1:41.493 (+3.002) – 21 giri
FP2: 19°, 1:40.046 (+2.810) – 33 giri
“Non abbiamo nulla di troppo diverso in questo weekend e siamo ancora più o meno nelle stesse posizioni. Cercheremo di sistemare le cose e cercare ancora un po’ di tempo sul giro. Non voglio arrivare a conclusioni, visto che domani è un nuovo giorno: tutto è possibile nelle qualifiche, magari ci sarà una sorpresa, o anche due”.

SERGEY SIROTKIN
FP1: //
FP2: 20°, 1:40.935 (+3.699) – 39 giri
“È stata una sessione difficile, probabilmente le FP2 più difficili della stagione. È una pista impegnativa per le gomme ed è difficile mettere a punto il bilanciamento della vettura per l’intero giro. Dobbiamo analizzare i dati stasera, abbiamo molto lavoro da fare. Domani è un nuovo giorno: sarà l’ultima gara e non vedo l’ora”.

Leggi altri articoli in News F1

Lascia un commento

You must be logged in to post a comment Login

Articoli correlati