F1 | Week-end deludente per il team Renault sul tracciato del Sochi Autodrom

Hulkenberg e Sainz fuori dalla zona punti

F1 | Week-end deludente per il team Renault sul tracciato del Sochi Autodrom

Renault Sport Formula One Team non ha raggiunto il suo obiettivo al Gran Premio VTB di Russia con Nico Hülkenberg che si è classificato dodicesimo mentre Carlos Sainz ha portato la sua monoposto gravemente danneggiata in diciassettesima posizione all’Autodromo di Sochi.

Avendo adottato una strategia diversa rispetto ai concorrenti che li precedevano, i due piloti hanno fatto bei progressi a inizio gara con le gomme Soft. Messo in difficoltà dal fondo piatto e dal pontone destro danneggiato, Carlos ha perso terreno con il passare dei giri. Invece Nico si è portato fino alla settima posizione prima di concludere fuori dalla zona punti per due posizioni.

Il team rimane quarto nel Campionato Costruttori.

• Partito in dodicesima posizione con le Pirelli Soft (gialle) nuove, Nico è rientrato ai box al trentacinquesimo giro per passare alle Ultrasoft (viola) nuove.
• Undicesimo sulla griglia di partenza, Carlos ha cominciato la gara con le Soft nuove che ha cambiato con Ultrasoft nuove al trentaduesimo giro.

Nico Hülkenberg – R.S.18-02 #27 – Partenza: 12° – Arrivo: 12°
«Purtroppo non siamo riusciti a trarre pienamente vantaggio dalla nostra strategia. Abbiamo fatto una gara pulita, senza incidenti, ed è stato positivo riuscire a restare tanto a lungo in settima posizione, anche se non abbiamo potuto recuperarla dopo il pit stop. Ce l’abbiamo messa tutta e abbiamo messo in atto piuttosto bene la nostra strategia alternativa che però, in fin dei conti, non ha dato i risultati sperati».

Carlos Sainz – R.S.18-03 #55 – Partenza: 11° – Arrivo: 17°
«Ho sentimenti contrastanti sulla giornata. Sono partito bene con le gomme Soft e ho superato alcune monoposto che montavano le Supersoft. Poi sono stato toccato da una Williams alla seconda curva. Anche se sul momento non me ne sono accorto, il fondo piatto e il fianco della mia auto erano distrutti. Questo mi ha davvero complicato la vita. Sono rimasto in pista per cercare di aiutare il team nella sua strategia e trattenere gli avversari il più a lungo possibile, ma oggi i punti erano fuori portata. Ho potuto constatare fino a che punto i danni fossero seri, solo quando sono sceso dall’auto a fine gara. Ho così capito perché era quasi impossibile guidarla. Ormai è ora di prepararsi per il Giappone!».

Cyril Abiteboul, Direttore Generale
«È stata una gara deludente. È chiaro che abbiamo preso la decisione giusta durante le qualificazioni. Questo ci ha permesso di elaborare la migliore strategia per il Gran Premio ed eravamo settimi, in lizza per la zona punti, prima del pit stop. Purtroppo non siamo riusciti a trarne tutti i vantaggi. Carlos è stato colpito a inizio gara e i danni gli sono costati circa un secondo a giro. La strategia di Nico sembrava funzionare con un ritmo di gara simile a quello dei nostri concorrenti diretti. Tuttavia la corsa – e soprattutto l’ultimo stint – è stata compromessa dalla gestione del carburante. Nel complesso, meglio voltar pagina velocemente e lasciarci alle spalle questo weekend. Sapevamo che saremmo stati in difficoltà in Russia e ce l’abbiamo messa tutta. Ma ora passiamo in fretta al Giappone!»

Leggi altri articoli in News F1

Lascia un commento

You must be logged in to post a comment Login

Articoli correlati