F1 | Salo commenta la promozione di Antonio Giovinazzi: “Scelta coraggiosa da parte dell’Alfa Romeo Sauber”

"Mi dispiace solo per Marcus Ericsson", ha aggiunto il finlandese

F1 | Salo commenta la promozione di Antonio Giovinazzi: “Scelta coraggiosa da parte dell’Alfa Romeo Sauber”

In un’intervista rilasciata a C More, Mika Salo ha commentato la recente promozione di Antonio Giovinazzi in Formula 1, sottolineando come la scelta dell’Alfa Romeo Sauber sia assolutamente coraggiosa.

Con questa mossa, infatti, la Scuderia italo-elvetica punta ad affiancare un giovane a Kimi Raikkonen, ampliando la propria collaborazione con Ferrari per quello che riguarda lo sviluppo e lo scambio di informazioni. Per quanto riguarda Marcus Ericsson, invece, il finlandese si è detto dispiaciuto per il suo allontanamento dalla line-up ufficiale (Ericsson diventerà terzo pilota e brand ambassador.ndr), evidenziando come lo svedese abbia svolto un buon lavoro durante questo 2018.

Ecco le parole di Mika Salo: “La scelta non mi ha sorpreso, ma volevo che Ericsson continuasse. Mi dispiace che abbia perso il suo posto.”

Sulle precedenti esperienze di Giovinazzi in Formula 1 ha aggiunto: “Ha corso in poche occasioni ed è stato molto sfortunato in quei frangenti. Ha rotto alcune macchine. Sicuramente è un pilota dotato di talento, ma magari ha commesso certi svarioni per via delle situazioni difficili. Forse non era pronto, mentre adesso lo è”.

Il finlandese ha concluso il proprio intervento parlando delle motivazioni che hanno spinto l’Alfa Romeo Sauber a promuovere l’italiano: “Sembra che volessero un giovane pilota da affiancare a Kimi. Alfa, inoltre, sta lavorando a stretto contatto con Ferrari. L’auto è stata sviluppata nella stessa direzione e probabilmente puntano a continuare così”.

Leggi altri articoli in Alfa Romeo Sauber

Lascia un commento

1 commento
  1. Paolo C.

    26 Settembre 2018 at 11:31

    Ericsson ha fatto un lavoro poco più che discreto, di certo non buono. Leclerc è un debuttante ed è costantemente più veloce di Ericsson, che ha già 5 anni di esperienza sulle spalle.
    Non fosse per i soldi che porta, la F.1 l’avrebbe vista solo col binocolo.
    Non dico che Giovinazzi sarà assolutamente meglio, ma è giusto dare spazio a qualcuno più giovane e che di certo non ha demeritato avere una chance.

You must be logged in to post a comment Login

Articoli correlati