F1 | Russell sulla nuova Williams: “La vettura 2020 sarà un’evoluzione”

"Ci siamo impegnati con una strategia nel 2018 e ci è voluto del tempo per ricostruire le fondamenta della monoposto", ha affermato l'inglese

Russell ha parlato della nuova Williams, sottolineando come il lavoro invernale potrebbe non essere sufficiente per chiudere il gap accusato dalla squadra inglese nel 2019
F1 | Russell sulla nuova Williams: “La vettura 2020 sarà un’evoluzione”

Intercettato da Auto Motor Und Sport, George Russell ha parlato dello sviluppo che seguirà la Williams nel corso delle prossime settimane, sottolineando come la crescita delle altre squadre, quasi certamente, costringerà la scuderia inglese a un’ulteriore stagione di difficoltà. Nonostante l’evoluzione tecnica e il lavoro svolto dai tecnici durante la pausa invernale, infatti, Russell non si aspetta di battagliare per la top ten nel 2020, visto che il gap accusato nel 2019 si è rivelato troppo ampio da poter essere chiuso in poche settimane.

“Abbiamo dovuto esaminare la struttura di base della macchina, visto che c’erano aspetti fondamentalmente sbagliati”, ha affermato George Russell. “Qualcosa non andava nell’aerodinamica. Il carico non era costante e questo portava i piloti a commettere errori. Lance e Sergey spesso e volentieri finivano fuori senza neanche sapere come. Lo staff ha dovuto ricominciare da zero, ma da allora abbiamo intrapreso una buona strada”.

“Ci siamo impegnati con una strategia nel 2018 e ci è voluto del tempo per ricostruire le fondamenta della monoposto”, ha proseguito. “Non abbiamo visto alcun progresso in galleria per diverso tempo, ma adesso la tendenza è cambiata. Staremo sicuramente meglio nel 2020”.

Sugli obiettivi ha invece concluso: “Combatteremo alcune volte con gli altri, ma realisticamente sarà un’altra stagione difficile per noi. La McLaren ha compiuto un grande passo e se gli altri non seguiranno quella strada, allora saremo in lotta per una posizione molto forte. Se tutti miglioreranno di un secondo, invece, resteremo in fondo”.

Leggi altri articoli in News F1

Lascia un commento

You must be logged in to post a comment Login

Articoli correlati