F1 | Russell sul futuro: “E’ stato un mese duro, mi sono sentito sulle montagne russe”

Il pilota della Williams ha avuto il timore di restare senza sedile

F1 | Russell sul futuro: “E’ stato un mese duro, mi sono sentito sulle montagne russe”

La chiamano silly season, la stagione frivola, quella del chiacchiericcio di mercato, dei rumor e delle voci che si inseguono, quasi tutte poi prive di fondamento. Non si dica però che certe speculazioni non possano arrivare alle orecchie dei diretti interessati e incidere sulla loro testa, sul rendimento, generando apprensione o preoccupazione.

E’ il caso di quanto accaduto a George Russell, talento di scuola Mercedes e con un contratto con la Williams anche per il 2021, confermatissimo insomma, ma che ha avuto paura di vedersi silurato per fare posto a Sergio Perez, quest’ultimo clamorosamente ancora senza sedile dopo essere stato appiedato dalla Racing Point.

Proprio Russell, parlando al sito ufficiale della F1, ha spiegato come le troppe voci susseguitesi gli avevano fatto capire che un fondo di verità poteva esserci, e di aver avuto davvero paura di restare fuori dal Circus. Non è un caso che l’inglese, che ha sempre tenuto un rendimento altissimo relativamente al mezzo a disposizione (la Williams cenerentola del gruppo), in qualche gara sia stato un po’ assente, meno incisivo e brillante.

“E’ stato folle, inquietante, in Portogallo ero pieno di pensieri. Quando senti tutti questi rumor sul futuro inizi ad avere paura, capisci che un fondo di verità può esserci, allora la tua mente inizia ad andare sulle montagne russeha dichiarato l’ingleseE’ stato un periodo duro, sono alti e bassi che fanno parte del gioco, d’altronde parliamo di Formula 1, siamo solo in venti al mondo. Tutta questa situazione ha inciso sulla mia guida, e allora mi sono voluto concentrare solo sul mio lavoro e credo che Portiamo sia stato il miglior fine settimana della mia carriera in F1. In Portogallo sono stato davvero orgoglioso del lavoro fatto in pista e di come ho gestito tutto ciò che stava accadendo. Anche ad Imola, fino all’errore dietro la safety car, le cose erano andate davvero bene. Io cerco di dare sempre il massimo per dimostrare di meritare il mio posto in griglia”.

Tra l’altro proprio ad Imola Simon Roberts, attuale team principal della Williams, aveva allontanato ogni speculazione riguardante Sergio Perez, confermando ancora una volta la line-up composta da Russell e Latifi.

Leggi altri articoli in News F1

Lascia un commento

You must be logged in to post a comment Login

Articoli correlati

News F1

F1 | Vettel su Schumi jr: “Sarò felice di aiutarlo”

"Un peccato che Michael non abbia potuto assistere alla sua progressione fino alla Formula 1", ha detto il quattro volte campione del mondo
Dalla nuova stagione Sebastian Vettel non sarà l’unico tedesco a rappresentare la Germania. Tra le new entry del 2021 figura