F1 | Rosberg: “Ho riscoperto la meditazione”

"Per il motorsport, la psicologia è un argomento tabù"

Il tedesco ha ammesso che durante il mondiale 2016, l'aiuto psicologico è stato fondamentale
F1 | Rosberg: “Ho riscoperto la meditazione”

Il campione del mondo 2016, ha ammesso che durante questo periodo difficile, ha riscoperto l’arte della meditazione che tanto lo aveva aiutato per battere Lewis Hamilton. Intervistato da “Der Standard”, il tedesco ha dichiarato che la meditazione ha giocato un ruolo fondamentale per la vittoria mondiale ma che poi non l’aveva più praticata in quanto non aveva più motivazione dopo il suo ritiro.

“Ora ho riscoperto la disciplina. Per il motorsport, la psicologia è un argomento tabù. La Formula 1 è uno sport macho e si pensa che chiunque sia interessato alla psicologia e abbia bisogno di aiuto, sia un perdente”. 

Rosberg però afferma di essere la dimostrazione che concentrarsi sui piccoli problemi lontani dal paddock, può aiutare ad affrontare lo stress. Parlando del 2016, ha aggiunto:

“Ho cercato di capovolgere ogni dettaglio. Con l’allenamento mentale che nessun altro pilota ha fatto, ne ho ottenuto sicuramente qualcosa in più. Un altra cosa che ho fatto è stata rimuovere la vernice dal mio casco, che è stato un altro risparmio, circa 80 grammi, nessun altro l’ha fatto”. 

Ovviamente non dimenticherà mai il sollievo che ha provato quando tutto il suo duro lavoro,  alla fine ha dato i suoi frutti:
“Se non avessi vinto, sarei rimasto traumatizzato per il resto della mia vita. Perché è una cosa così grande, il sogno è così forte, così tante persone sono coinvolte, c’è così tanto da fare”

Leggi altri articoli in News F1

Lascia un commento

3 commenti
  1. Pingback: F1 | Rosberg sulla ripartenza: “Due gare a week-end? Difficile”

  2. Zac

    8 Aprile 2020 at 08:12

    Bisogna dire tutta la verità agli italiani: in Germania (7 aprile) ci sono 104 mila contagiati totali e 1.800 morti; in Italia 135 mila contagiati totali e 17 mila morti.
    Potenza di Odino.

  3. michele

    8 Aprile 2020 at 09:59

    Io direi di darci un taglio con la storia del 2016.
    Poi sulla meditazione Senna docet!!!

You must be logged in to post a comment Login

Articoli correlati