F1 | Rich Energy si separa dalla Haas

A causare il divorzio le scarse prestazioni ottenute dalla scuderia americana negli ultimi GP

F1 | Rich Energy si separa dalla Haas

Con un post pubblicato negli scorsi minuti sui propri profili social, la Rich Energy ha ufficializzato la fine della partnership con la Haas.

Il noto marchio di bevande energetiche ha infatti interrotto il rapporto di sponsorizzazione con la scuderia americana, della quale era title sponsor, a causa dei risultati al di sotto delle aspettative ottenuti negli ultimi appuntamenti iridati dalle VF19.

Oggi abbiamo rescisso il nostro contratto con  prestazioni scadenti. Puntiamo a battere la Red Bull e rimanere indietro alla Williams in Austria è inaccettabile (…). Auguriamo un buon lavoro alla squadra”, si legge nella nota emessa dalla Rich Energy.

Ricordiamo che la Rich Energy, nelle scorse settimane, ha perso la battaglia legale con Whyte Bikes per violazione di copyright. Un imprevisto che si è ripercosso anche sulla Haas che, a partire dal weekend del Gran Premio del Canada, ha dovuto scendere in pista solo con la sola scritta del marchio di bevande energetiche dovendo così rinunciare a mostrarne il logo (rappresentante corna di cervo, ndr).

Piero Ladisa


F1 | Rich Energy si separa dalla Haas
Vota questo Articolo
Leggi altri articoli in News F1

Lascia un commento

7 commenti
  1. atta4519

    10 luglio 2019 at 20:24

    I RISULTATI SCARSI EFFETTIVAMENTE CI SONO STATI MA NON E DIPESO DALLA MACCHINA MA BENSI DAI PILOTI CHE EFFETTIVAMENTE, NON SONO IL TOP. MAGNUSSEN POTREBBE ANDARE , MA GROGIAN E UNA PIPPA, NE A SEMPRE UNA E DICE SEMPRE CHE E COLPA DELLA MACCHINA, E PENSARE CHE LO PAGANO, DOVREBBE ESSERE LUI A PAGARE , PER TUTTI I DANNI CHE PROCURA?

  2. alonsosenna4

    10 luglio 2019 at 21:17

    Un pò eccessivo atta…nn ti pare??se le gomme nn funzionano i piloti…vanno oltre il limite senza feeling xchè cambia ogni giro….e pure magnussen che dici può andare mi sembra abbia distrutto una macchina in qualifica e poi in gara si sia lamentato della macchina….grosgean nn è tanto peggio!

    • atta4519

      11 luglio 2019 at 09:32

      BENE PORTATE A CONFRONTO COSA A COMBINATO E DISTRUTTO GROGIAN, E COSA A COMBINATO E DISTRUTTO MAGNUSSEN E POI MI DITE, QUESTO ANNO SONO I PNEUMATICI, L’ANNO PRIMA ERANO I FRENI ,PRIMA I BREMBO POI LA CORBON POI E TORNATO AI BREMBO E VICE VERSO TUTTO L’ANNO SCORSO E ANDATO AVANTI COSI, IO GROGIAN LO LASCEREI A PIEDI, CI SONO TANTI GIOVANI PILOTI CHE MERITANO PIU’ DI LUI.

  3. Zac

    11 luglio 2019 at 08:11

    La Rich Energy, ex main sponsor della Haas in Formula 1, non potrà utilizzare il suo logo in Gran Bretagna dal 18 luglio, per un’ingiunzione del tribunale (27 giugno).
    Gli imputati dovranno pagare le spese legali della ATB, per un ammontare di 35.416 sterline (39k Euro), entro il 13 luglio, inoltre i danni per la violazione del copyright saranno valutati in un’udienza successiva.

    L’ordinanza del tribunale aggiunge: “Il ricorrente (ATB Sales Limited) ha diritto ad una richiesta di risarcimenti danni o a parte dei profitti accumulati dagli impuntati a causa della loro violazione del copyright”.
    In relazione a questo, Storey deve fornire informazioni che facciano chiarezza sulla situazione finanziaria della Rich Energy, sia a livello di costi che di ricavi, inclusi i pagamenti alla Haas.

    Storey dixit:”Successivamente (migliore offerta acquisizione Force India 100 milioni di sterline), diversi team ci hanno contattato (McLaren e William) e la Haas è stata l’opzione migliore. Ora vogliamo rimanere in F1 con loro a lungo termine, sto pensando a 20 anni o più”.

  4. Paolo C.

    11 luglio 2019 at 09:55

    Mi spiace per la Haas, perchè ci rimette dei bei soldini (sempre che quei pagliacci qui paghino), ma appunto ho zero rispetto per quel coglionazzo barbuto di Storey e la sua bibita è tutt’altro che nota. Fa tanto l’elitario, ma la sua bevanda non se la caga nessuno.
    Il fatturato di Rich Energy è una minuscola frazione di quello di Red Bull e pensare di poter competere con loro mi fa sbragare dalle risate.

    Vuole competere con Red Bull? Provi a sponsorizzare Mercedes o Ferrari. Penso che l’unica cosa che otterrà saranno pernacchie!

  5. Pingback: F1 | Steiner: “Rich Energy è attualmente il partner principale della Haas”

  6. Zac

    12 luglio 2019 at 14:29

    La Whyte Bikes si sta facendo un’enorme pubblicità a costo zero per merito di un personaggetto che non è neanche capace di disegnarsi da solo un paio/palco di corna a livello del toro austriaco.
    Il cornutismo è l’anima del commercio.

You must be logged in to post a comment Login

Articoli correlati