F1 | Renault, Abiteboul: “I top team potrebbero vedere le squadre clienti come una minaccia con il budget cap”

Il team principal della squadra francese guarda a come gli scenari potrebbero cambiare con i nuovi regolamenti

F1 | Renault, Abiteboul: “I top team potrebbero vedere le squadre clienti come una minaccia con il budget cap”

A partire dalla prossima stagione, la Formula 1 introdurrà ufficialmente un sistema di buget cap per mettere un freno all’automento dei costi nella massima competizione automobilistica che si è verificato nell’ultimo decennio. Un progetto che, in realtà, vedrà il suo inizio già nel corso di questo campionato, in quanto i team dovranno fornire alla Federazione Internazionale dell’Automobile e agli addetti preposti i propri rendiconti finanziari alla fine dell’anno.

Grazie a questo nuovo sistema di contenimento e di livellamento dei costi, molti team principal sono conviniti che la distanza tra i team di prima fascia e quelli di seconda fascia si ridurrà, vista la grande differenza in termini di risorse che esiste attualmente. Le squadre di centro gruppo e al fondo dello schieramento, infatti, dispongono di buget non certo paragonabili a quelli dei top team, che nella maggior parte dei casi sono più del doppio. Ciò, naturalmente, potrebbe avere anche un impatto sul tipo di collaborazione che hanno i work team con i propri clienti, come nel caso di Mercedes-Racing Point, Ferrari-Haas e Red Bull-Alpha Tuari, seppur quest’ultime facciano capo allo stesso proprietario: “Era una preoccupazione quando non c’era il budget cap o questo era sufficientemente alto per far sì che la griglia rimanesse in un sistema a due livelli. Ora che abbiamo un budget cap che è sufficientemente basso per rendere la griglia più competitiva, sono curioso di sapere cosa succederà alle varie collaborazioni tra le squadre. Perché penso che in questo momento Mercedes sia felice di lasciare la possibilità alla Racing Point di copiare la loro macchina. Che sia legale o meno, non è questo il punto, ma sono felici nell’aiutarli per rendere la loro vettura competitiva. Sono davvero curioso di vedere se sarà ancora lo stesso nel 2022”, ha commentato Cyril Abiteboul ad Autosport nel corso di un’intervista.

La Renault è tra i team che hanno sempre spinto per l’introduzione del budget cap sin dal momento del suo rientro in Formula 1 nel 2016 e, infatti, il suo piano di salita delle gerarchie è sempre stato in qualche modo legato al contenimento dei costi: “Ogni team potrà essere un rivale per un altro, questo è un cambiamento importante. E chi vince sono i tifosi. Questo tipo che abbiamo ora, dove la griglia non è competitiva e c’è un sistema a due livelli che protegge tre team, non sarà più così. Da un certo punto di vista, si regolererà da solo. Questo è il motivo per cui sono molto più rilassato per come saranno le cose dal 2020 in poi rispetto a quanto non lo sia ora”, ha poi aggiunto Abiteboul.

 

Leggi altri articoli in News F1

Lascia un commento

You must be logged in to post a comment Login

Articoli correlati