F1 | Renault felice: “Sainz e Hulkenberg lavorano bene sullo sviluppo”

Il team francese è contento dei suoi due piloti: "Aiutano gli ingegneri, capiscono subito come migliorare la macchina"

F1 | Renault felice: “Sainz e Hulkenberg lavorano bene sullo sviluppo”

Con la scelta della data di presentazione della nuova Renault, fissata per il 20 di febbraio, il team francese ha ben chiari gli obiettivi per questa nuova stagione di Formula 1. Con l’arrivo di Carlos Sainz Jr alla fine dello scorso anno la squadra sa perfettamente di essersi rafforzata, rinunciando a un deludente Palmer, per chiudere l’annata al sesto posto costruttori. La coppia formata con Nico Hulkenberg sarà molto forte e determinata e il campionato potrà riservare grandi soddisfazioni per Renault.

A confermare la positività del team Nick Chester, direttore tecnico del telaio della squadra francese, che ha messo in evidenza la capacità dei piloti di lavorare molto bene con lo sviluppo della vettura in termini aerodinamici e tecnici veri e propri: nello specifico per lui Hulkenberg è molto bravo a identificare i punti di miglioramento della vettura e le buone prestazioni di Sainz a fine campionato sono state agevolate proprio da questo lavoro fatto dal compagno di squadra. “È molto importante il suo lavoro, la cosa bella di Nico è che è molto coerente, molto veloce e ti dice anche esattamente cosa lo sta rallentando”, ha detto Chester nelle dichiarazioni raccolte da Autosport.

Il tedesco è arrivato in Renault nel 2017 in squadra per sostituire Kevin Magnussen e fin dall’inizio ha affogato il suo compagno di squadra Jolyon Palmer, soprattutto nelle qualifiche. L’arrivo di Sainz in sostituzione di Palmer non ha fatto altro che ampliare e migliorare il lavoro fatto già da Hulk: “È lo stesso con Carlos, dà un ottimo riscontro ed è veloce, quindi con entrambe le informazioni a disposizione questo rappresenta un’enorme differenza per noi”, ha detto. Indubbiamente, i piloti che riescono a lavorare anche sullo sviluppo della vettura e a individuare problemi anche tecnici specifici hanno una marcia in più e sono i migliori amici degli ingegneri, perchè danno loro una grossa mano andando direttamente in pista e testando la macchina. A questo proposito, Carlos Sainz ha sorpreso persino il suo capo Cyril Abiteboul per le sue vaste conoscenze tecniche e meccaniche.

Fabiola Granier

Leggi altri articoli in News F1

Lascia un commento

You must be logged in to post a comment Login

Articoli correlati