F1 | Nuovo Patto della Concordia, Liberty Media potrebbe vararlo unilateralmente

Il CEO della F1 Chase Carey ha indicato questo scenario, ma continua il dialogo con i team

"Possiamo attuare un Patto della Concordia e se i team vogliono continuare a competere dovranno farlo in base ai termini di base", ha sottolineato Carey
F1 | Nuovo Patto della Concordia, Liberty Media potrebbe vararlo unilateralmente

Non solo budget cap. In queste settimane la Formula Uno non è solo impegnata ad abbassare il tetto di spese, che dal prossimo anno passerà da 175 a 145 milioni di dollari come ha ricordato qualche giorno fa Ross Brawn, ma è alle prese anche con il nuovo Patto della Concordia.

Sull’argomento Chase Carey ha ammesso che qualora gli accordi non dovessero giungere per tempo, infatti l’attuale Patto della Concordia scade a fine 2020, Liberty Media presenterebbe un piano unilaterale che dovrà essere accettato incondizionatamente dai vari team di Formula Uno.

La realtà è che, una volta raggiunto il 2021, possiamo unilateralmente dire: ‘Queste sono le regole da ora in poi, oppure questa è la struttura che esiste’, quindi non dobbiamo estendere nulla – ha dichiarato Carey, citato da GPFans -. In sostanza possiamo attuare un Patto della Concordia e dire che se vogliono continuare a competere, questi sono i termini in base ai quali dovranno farlo”.

Il CEO del Circus ha poi aggiunto: “Ovviamente stiamo cercando di concluderlo con le squadre, ma quando presenteremo il Patto della  Concordia sarà il Patto della Concordia che entrerà in vigore nel 2021 e siamo in grado di farlo unilateralmente”.

Leggi altri articoli in News F1

Lascia un commento

1 commento

Articoli correlati