F1 | Minardi: “Bisogna salvare il soldato Vettel, la Ferrari ha bisogno di un tedesco al top”

"E' un'esigenza per tutti, il confronto con Leclerc non sarà semplice. Alonso e Hamilton avrebbero vinto il titolo con questa Rossa", ha sottolineato il manager faentino

F1 | Minardi: “Bisogna salvare il soldato Vettel, la Ferrari ha bisogno di un tedesco al top”

Sul suo blog “Profondo Rosso”, Leo Turrini ha pubblicato una chiacchierata avuta con Gian Carlo Minardi riguardante l’andamento di Sebastian Vettel nell’ultima stagione.

Parlando proprio del tedesco, che per il secondo anno consecutivo ha perso il confronto iridato con Lewis Hamilton, il manager faentino ha detto: “Bisogna salvare il soldato Vettel, è un’esigenza per tutti. Penso che Seb sia il primo a sapere che non ha vissuto la sua stagione migliore, la Ferrari ha bisogno di un tedesco al top. Il confronto con Leclerc non sarà semplice, perchè Charles è molto forte ed è più maturo dell’età. Me lo aspetto subito competitivo, era già veloce nei test di Abu Dhabi”.

Secondo me Alonso e Hamilton avrebbero vinto il titolo con questa Rossa, ma questo non è importante – ha detto Minardi -. È solo la mia opinione e potremmo discutere all’infinito”.

F1 | Minardi: “Bisogna salvare il soldato Vettel, la Ferrari ha bisogno di un tedesco al top”
Vota questo Articolo
Leggi altri articoli in Ferrari

Lascia un commento

4 commenti
  1. Zac

    11 dicembre 2018 at 13:27

    Soldato? FELDMARSCHALL Von Vettel. Tetesco di Cermania.

  2. Adrian

    11 dicembre 2018 at 14:32

    “Secondo me Alonso e Hamilton avrebbero vinto il titolo con questa Rossa, ma questo non è importante – ha detto Minardi”….Mi piacerebbe sapere in che osteria erano. Vorrei assaggiare il vino che hanno bevuto.(Non poco a quanto pare).
    Saluti anzi salute Adrian

  3. Victor61

    11 dicembre 2018 at 15:09

    il problema è proprio questo, vettel è un soldato anzi un soldatino viziato e non un generale come vorrebbero i tifosi rossoitalioti capitanati da quel pirla di Turrin Uncino…quando in una squadra di F1 ai soldati (vettel e arrivabene…) fanno fare i generali e ai generali (Binotto) fanno fare i soldati i risultati sono scontati: win NO altro che win now…Marchionne aveva capito tutto e aveva già previsto un radicale cambiamento nel 2019 ma purtroppo per la Ferrari non ha potuto finire il suo progetto e nessuno dell’attuale dirigenza è in grado di coglierne l’eredità anche perché la lobby dei tabaccai si è impossessata della governance del Cavallino…una tristezza ma ancora più triste è la solita ottusa arroganza e antisportività di una buona parte del popolino rossoitaliota che nemmeno di fronte a macroscopiche evidenze si rassegna ad ammettere che con una Ferrari così competitiva altri piloti il mondiale lo avrebbero potuto vincere o almeno non perderlo con ben 89 punti di distacco

  4. Zac

    12 dicembre 2018 at 09:16

    88

You must be logged in to post a comment Login

Articoli correlati

In Evidenza

F1 | GP di Gran Bretagna: l’analisi della gara

Le strategie e i tanti duelli sono stati i punti che hanno contraddistinto la domenica di Silverstone
Silverstone, uno dei tracciati più belli del mondiale, uno degli appuntamenti più attesi dell’intero campionato. E anche quest’anno non ha
News F1

F1 | Melbourne confermata fino al 2025

Carey: "Sempre più promotori condividono la nostra visione a lungo termine per il futuro della Formula 1"
Attraverso un comunicato stampa, la Formula 1 ha reso noto che il Gran Premio d’Australia ci sarà fino al 2025.