F1 | Mika Salo: “I piloti devono adattarsi alla situazione: se vogliono riposare, lo facciano ora”

L'ex pilota della Ferrari sta dalla parte di Liberty Media: "Devono tentare di fare più gare possibili, ci sono contratti firmati"

Il finlandese risponde per le rime a chi pensa che fare tante gare in poco tempo sia folle, come dichiarato da Kevin Magnussen
F1 | Mika Salo: “I piloti devono adattarsi alla situazione: se vogliono riposare, lo facciano ora”

L’emergenza dovuta al Coronavirus sta inevitabilmente costringendo Liberty Media ad apportare una sostanziale modifica al calendario 2020 di Formula 1. Dopo le cancellazioni e i rinvii delle ultime settimane, il mondiale dovrebbe iniziare a Montreal, ma non sono esclusi altre decisioni drastiche, così come annunciato da Chase Carey qualche giorno fa. C’è la possibilità che possano disputarsi un numero elevatissimo di gare in pochissimo tempo, si parla di 15-18 eventi in sei mesi. Soluzione che potrebbe accontentare alcuni e scontentare altri, ma alla fine bisogna adattarsi quando si presentano situazioni del genere.

“Mi sembra folle avere 18 gare in sei mesi – ha detto Magnussen agli scandinavi di Viasat – ma se dovesse essere così, vedremo le nostre famiglie a Natale. Non posso dire se sia fattibile o meno, ma sicuramente suona come brutale. Due gare in un weekend? Sarebbe da provare, ma vogliamo solo correre al più presto”.

“Immagino che non ci sia scelta – ha detto Mika Salo a C More. I piloti hanno contratti firmati con Liberty Media, la quale è libera di completare la stagione come ritiene più opportuno. Sono state concordate 22 gare, devono tentare di farne il più possibile. Tutti dovranno adattarsi: sarà dura, ma in questo momento sono tutti in vacanza prolungata, quindi sarebbe opportuno riposarsi adesso”.

Leggi altri articoli in News F1

Lascia un commento

2 commenti

Articoli correlati

News F1

F1 | Ufficiale, torna il GP di Turchia!

Completano il calendario definitivo anche il doppio round in Bahrain e l'appuntamento finale di Abu Dhabi
Le indiscrezioni dei giorni scorsi hanno lasciato spazio all’ufficialità odierna: sono stati infatti annunciati gli ultimi appuntamenti che andranno a