F1 | Mercedes, Wolff: “È l’inizio di una nuova era per la Formula 1”

Il direttore esecutivo della Mercedes pronto a vivere con la sua squadra una stagione ricca di novità

F1 | Mercedes, Wolff: “È l’inizio di una nuova era per la Formula 1”

A pochi giorni dall’inizio della prima gara in Australia il direttore esecutivo della Mercedes Toto Wolff ha detto la sua sulle grandi novità della stagione, sui test invernali e sulle possibilità del suo team per il 2017.

“È l’alba di una nuova era – ha ammesso sul sito ufficiale della squadra – in più di un modo. É la prima volta che la Formula 1 ha cambiato le sue regole per rendere le vetture più veloci. Abbiamo una nuova gestione che sta guardando verso l’evoluzione del nostro sport e noi in squadra abbiamo avuto alcuni cambiamenti significativi durante l’inverno. Sono stati senza dubbio mesi frenetici, ma anche molto emozionanti”.

Il materiale su cui farsi un’idea è per ora poco, ma Wolff si è detto convinto che i nuovi regolamenti abbiano già iniziato a dare sensibili miglioramenti: “L’obiettivo di queste nuove regole era rendere questa generazione di vetture la più veloce nella storia di questo sport. Guardando i risultati dei test siamo sulla buona strada per arrivarci. Si tratta di qualcosa che non era mai stato fatto prima ed è un cambiamento radicale”.

“Queste macchine sono violente, proprio come dovrebbe essere ogni auto di Formula 1 – ha ammesso – sono stato in pista a guardarle e rispetto alla precedente generazione si tratta di vetture spettacolari. Dal punto di vista dei fan, e una parte di me lo sarà sempre, si tratta di qualcosa di speciale. Ogni vero amante dei motori dovrebbe vederle in carne e ossa”.

Wolff ha definito ottimo il rapporto tra Hamilton e Bottas e sottolineato quanto sia emozionante anche per loro rapportarsi con le nuove vetture e con il rinnovato sforzo fisico per spingerle al massimo. Le nuove regole sono state una rivoluzione anche per loro.

Qualche dubbio invece sulle possibilità di dominio assoluto anche nel 2017: “Abbiamo avuto molto successo negli ultimi tre anni grazie alle regole stabili, ma nessuna squadra ha mai mantenuto il suo successo dopo un grande cambio di regolamento. Avere una sfida così grande è un bene per la squadra. Bisogna comunque gestire le aspettative: non le devi posizionare troppo in basso ma le devi anche tenere sotto controllo. Con le nuove regole tutti ripartono da zero. Esse daranno opportunità e rischi ad ogni team sulla griglia di partenza. Basta tornare indietro al 2009 e alla vittoria della Brawn per vedere quanto può essere imprevedibile la Formula 1”.

“Prendiamo sul serio tutti i nostri rivali e rispettiamo la capacità di ogni squadra di trovare la formula giusta. Ogni team è pieno di persone molto intelligenti, i migliori al mondo nei loro campi. Noi abbiamo fatto il miglior lavoro che potevamo durante l’inverno e, se non saremo i più veloci a Melbourne, allora dovremo scoprire perché e capire cosa deve essere fatto per farci tornare ad esserlo. É una sfida che porteremo avanti con grande motivazione ed energia. Le battute d’arresto possono dare grandi opportunità a lungo termine perché hai costantemente bisogno di migliorarti”.

Occhi puntati sull’esordio in Australia con una gara quanto mai importante per chiarire i valori in campo e dare a tutti le prime indicazioni utili: “Quello che abbiamo visto a Barcellona è che i margini nella parte anteriore del gruppo sono ridotti. Vedremo cosa verrà fuori a Melbourne perché ancora non conosciamo i carichi di carburante, i pesi o i setting di potenza delle vetture. Come dice un vecchio proverbio, è quando scende la bandiera che le sciocchezze si fermano davvero”.

Manuel Lai

Leggi altri articoli in News F1

Lascia un commento

You must be logged in to post a comment Login

Articoli correlati