F1 | Mercedes, Hamilton campione del mondo per la sesta volta: “Difficile spiegare le mie emozioni”

"Senza Niki non avrei mai raggiunto questi risultati", ha aggiunto

F1 | Mercedes, Hamilton campione del mondo per la sesta volta: “Difficile spiegare le mie emozioni”

Lewis Hamilton ha conquistato per la sesta volta in carriera il titolo mondiale di Formula 1. Il britannico, dopo una qualifica al di sotto delle sue potenzialità ha fatto una gara eccezionale, provando a rimanere davanti a Bottas con una sosta in meno. Il finlandese alla fine è riuscito a sopravanzare il compagno con pneumatici più freschi, ma resta la grandissima prestazione di Lewis, che grazie a una buona partenza (agevolata, dobbiamo dirlo, dalle problematiche delle Ferrari) è riuscito subito a mettersi a ridosso di Bottas e Verstappen. Adesso il settimo titolo di Schumacher è lì a un passo.

“E’ difficile spiegare cosa sto provando in questo momento, devo essere onesto – ha dichiarato Hamilton. E’ stato l’anno più difficile della mia carriera: molto impegnativo, ho vissuto alti e bassi, quindi in questo momento sono pieno di emozioni, è travolgente. Mi sento un privilegiato, sono grato a tutti quelli che operano nelle fabbriche, all’intera famiglia di Daimler e tutti i ragazzi di Petronas. Tutti hanno lavorato duramente per permetterci di raggiungere questi obiettivi. E’ un onore essere in questa squadra, riuscire ad andare in pista e mettere in scena spettacoli come quello di Austin. E Niki, mi manca così tanto: oggi si sarebbe tolto il cappellino. Non avrei mai raggiunto questi risultati senza Niki, è qui con me. Subito dopo la gara ho visto i miei genitori e il sorriso di mio padre dice tutto. La mia famiglia mi ha supportato sin dal primo giorno, hanno lavorato duramente per me, sono contento siano tutti insieme qui. Sabato è stato difficile, oggi volevo solo recuperare e dare una doppietta alla squadra. Valtteri ha fatto un lavoro fantastico, quindi tanti complimenti a lui”.

Leggi altri articoli in News F1

Lascia un commento

3 commenti

You must be logged in to post a comment Login

Articoli correlati