F1 | McLaren, Carlos Sainz: “Dobbiamo cercare di risolvere i problemi con le soft”

Lo spagnolo non riesce a segnare un giro veloce e a far funzionare la mescola più morbida in quello che sarà l'ultimo weekend con la McLaren

F1 | McLaren, Carlos Sainz: “Dobbiamo cercare di risolvere i problemi con le soft”

Carlos Sainz inizia quello che sarà l’ultimo weekend con la McLaren, team che gli ha regalato tante soddisfazioni negli ultimi due anni, ma anche il suo primo podio in carriera poco più di un anno fa ad Interlagos. Un podio particolare, festeggiato a gara ormai terminata, dopo la penalità inflitta a Lewis Hamilton. Proprio la foto di quei festeggiamenti, che ha visto tutta la squadra sul podio, campeggia ben visibile sul casco celebrativo di Sainz, che saluta così il team di Woking prima di approdare a Maranello. La gara per la terza posizione nel campionato costruttori non è ancora terminata: sono dieci i punti che separano la McLaren dalla Racing Point, e Sainz e Norris sono determinati a conquistare quel podio. Non sarà affatto facile: lo spagnolo, infatti, è solo undicesimo nelle FP1, sessione molto poco indicativa per quelle che saranno le condizioni della pista durante la qualifica e la gara. Al calar della notte, però, la situazione sembra non migliorare, con Sainz che si ferma in dodicesima posizione. Il motivo? La mescola più morbida senza non funzionare adeguatamente sulla MCL35.

E’ stato un inizio un po’ amaro, più dello scorso weekend – ha ammesso lo spagnolo – la vettura sembrava buona sin da dubito. Sfortunatamente, ogni volta che montavamo la soft non riuscivamo a segnare un giro veloce per via del traffico, o semplicemente non azzeccavamo il set-up, quindi c’è ancora tanto lavoro da fare riguardo la gomma soft e su come potremmo sfruttarla al meglio. La mescola più morbida sarà ovviamente la più adatta alla qualifica, e, guardando la classifica di oggi, con sette piloti raccolti in due decimi, sarà cruciale trovare il giro perfetto su quella gomma. Dobbiamo analizzare tutto per essere pronti a domani”.

Leggi altri articoli in News F1

Lascia un commento

You must be logged in to post a comment Login

Articoli correlati