F1 | Masi conferma la possibilità di ospitare due gare in Bahrain con differenti configurazioni della pista

Tra le opzioni in considerazione c'è quella di utilizzare la versione 'outer circuit'

F1 | Masi conferma la possibilità di ospitare due gare in Bahrain con differenti configurazioni della pista

Nel corso delle ultime settimane, si è parlato con insistenza di quali potessero essere le modalità per differenziare le gare su quei circuiti che in questa stagione ospiteranno due appuntamenti consecutivi, come il Red Bull Ring e Silverstone.

Tra le idee proposte vi è stata quella della ‘reverse grid’, ovvero l’inversione della griglia di partenza per il secondo appuntamento, la quale però non ha riscontrato il supporto necessario da tutti i team per la sua introduzione in questo campionato. Un’altra idea messa sul tavolo è quella di far disputare la seconda gara su un layout diverso del circuito, utilizzando quelle configurazioni che generalmente vengono sfruttate per altre competizioni. Il problema, tuttavia, sorge nel momento in cui le suddette configurazioni per i tracciati di Silverstone e del Red Bull Ring, non dispongono della licenza FIA Grade 1 necessaria per ospitare un evento di Formula 1, al contrario del layout tradizionali.

Da un punto di vista regolamentare, non ci sarebbe nessun problema. Purtroppo questa opzione non era disponibile né per l’Austria né per Silverstone. Ma se ci saranno altri eventi, come il Bahrain, in cui ci sarà questa opportunità, ed è vista come un’altra modalità di provare qualcosa di diverso, allora perché no?”, sono state le parole del direttore di gara, Michael Masi, nel corso di un’intervista a Speedcafe.

Nonostante al momento il calendario oltre gli appuntamenti europei non sia stato ancora delineato e comunicato ufficialmente, infatti, il Bahrain avrebbe dato la propria disponibilità per ospitare due gare consecutive, ma, al contrario di Silverstone e del Red Bull Ring, la pista di Sakhir potrebbe offrire l’opportunità di disputare i due eventi su ben cinque possibili diverse configurazioni, avendo le necessarie licenze FIA. Una delle opzioni che ha catturato l’interesse della Formula 1 sarebbe quella di disputare una delle due corse sull’ “outer circuit”, ovvero quel layout da circa 3,5 Km che sfrutta la vie più esterne della pista, ricordando vagamente quello che potrebbe essere un layout ad ovale.

Leggi altri articoli in News F1

Lascia un commento

You must be logged in to post a comment Login

Articoli correlati