F1 | Lo sfogo di Hamilton: “Nessuno del mio ambiente ha parlato di Floyd”

"Io sono l'unica persona nera lì e sono solo"

Il sei volte iridato ha criticato i suoi colleghi per non aver espresso nessun pensiero nei confronti dell' afroamericano ucciso
F1 | Lo sfogo di Hamilton: “Nessuno del mio ambiente ha parlato di Floyd”

Ha lasciato tutti sgomenti il caso di George Floyd, ucciso dalla Polizia di Minneapolis, incurante della sua richiesta di aiuto. La sua frase pochi istanti prima di spirare “I can’t breathe” sta facendo il giro del mondo e sta diventando un vero e proprio movimento contro il razzismo. Lewis Hamilton ha espresso subito la sua rabbia per l’accaduto e in una storia pubblicata su Instagram ha puntato il dito contro i suoi colleghi e il suo ambiente, per non aver espresso un pensiero su quanto accaduto.

“Vedo chi di voi se ne sta zitto, alcuni di voi sono le star più grandi eppure state zitti di fronte all’ingiustizia. Non c’è stato alcun segno dal mio settore che ovviamente è uno sport dominato dai bianchi: io sono sono l’unica persona nera lì e sono solo. Avrei pensato che qualcuno volesse vedere perché questo accade e dire qualcosa al riguardo, ma non potete stare al nostro fianco. Sappiate che so chi siete e vi osservo”. 

Sarà un caso ma dopo questo duro attacco di Hamilton, alcuni piloti tra i quali Charles Leclerc, Daniel Ricciardo e Lando Norris hanno rotto il silenzio.

 

Leggi altri articoli in News F1

Lascia un commento

You must be logged in to post a comment Login

Articoli correlati