F1 | La Mercedes ha dato più di 10 milioni di € alla Williams per avere Bottas

Mike O'Driscoll, CEO: "La performance tra 2016 e 2017 è stata caratterizzata da un elemento non ricorrente, che abbiamo dovuto riconoscere nella prima metà del 2017"

F1 | La Mercedes ha dato più di 10 milioni di € alla Williams per avere Bottas

Il profitto della Williams durante la prima metà del 2017 è stato incrementato da un cospicuo pagamento fatto dalla Mercedes per il l’arrivo di Valtteri Bottas nel team. Secondo quanto pubblicato da Motorsport.com, infatti, quando dopo il ritiro di Rosberg campione del mondo il team tedesco è stato costretto a sostituirlo scegliendo Valtteri per la stagione 2017 ha dovuto versare al team di Grove un pagamento di circa 10 milioni di sterline, più di 10 milioni di euro, per permettere a Bottas di lasciare il team e volare in Mercedes.

Martedì, gli ultimi risultati finanziari della Williams hanno rivelato che il settore delle corse ha registrato un profitto di oltre 10,4 milioni di sterline. Il premio in denaro che la squadra ha ricevuto è sceso, considerato il quinto posto in classifica costruttori rispetto al terzo del 2015, tuttavia, l’impatto è stato ridotto grazie alla forza del dollaro, valuta in cui vengono pagati i ricavi, contro la sterlina.

“La FOM (Formula One Management) e le entrate di sponsorizzazione sono largamente coerenti tra il 2016 e il 2017″, ha dichiarato Mike O’Driscoll, CEO della Williams, a Motorsport.com “La performance tra il 2016 e il 2017 è stata caratterizzata da un elemento non ricorrente, che abbiamo dovuto riconoscere nella prima metà del 2017”, ha continuato. O’Driscoll ha dichiarato che pensa il reddito della Williams rimanga stabile in avanti, ma ha evidenziato le crescenti sfide finanziarie che pone la presenza in F1: “Non forniamo previsioni lungimiranti perché siamo una società quotata, ma posso confermare che la maggior parte dei nostri redditi rimarrà generalmente coerente”, ha detto. “Di fronte a pressioni di costo crescenti, continuiamo a investire nella nostra performance. Siamo anche ottimisti che la FOM possa essere in grado di aumentare sostanzialmente le entrate e la redditività  nei prossimi anni e migliorare la distribuzione per tutte le squadre in competizione in F1”, ha proseguito.

Poi un obiettivo personale: “Realisticamente vorrei che ogni step di costo richiedesse un percorso che consenta a tutte le squadre di raggiungerlo in modo appropriato”, ha concluso.

Fabiola Granier

Leggi altri articoli in News F1

Lascia un commento

You must be logged in to post a comment Login

Articoli correlati