F1 | Kubica e quel mancato passaggio alla Ferrari: “Fa ancora male”

"In un istante ho perso una delle cose più importanti della mia vita", ha detto il polacco

Kubica torna sull'incidente del 2011 e quel mancato passaggio alla Ferrari
F1 | Kubica e quel mancato passaggio alla Ferrari: “Fa ancora male”

Nella seconda parte dell’intervista rilasciata a Sportowe Fakty, Robert Kubica ha parlato di quell’incidente nei rally del 2011, che di fatto gli ha distrutto la carriera da pilota di Formula 1. Dopo un primo anno alla Renault, il polacco era entrato nelle grazie della Ferrari, e il contratto per il 2012 sembrava già bello che pronto. Tutto svanito in un attimo: per Robert un lungo percorso riabilitativo, il ritorno nel 2019 su una Williams tutt’altro che competitiva e la gioia di aver conquistato l’unico punto iridato con il team di Grove. Oggi una nuova esperienza come terzo pilota e collaudatore dell’Alfa Romeo, con delle prestazioni nei test molto positive e un possibile ritorno tra i titolari il prossimo anno.

“Guardando come sono andate le cose in Ferrari in quegli anni, dubito che sarei riuscito a diventare campione del mondo, ma chi può saperlo – ha detto Kubica. Cerco comunque di non pensare alle cose in questo modo, perché se lo facessi, non sarei qui. Non è stato facile, è una delle poche cose che fa ancora male, anche oggi. Ce l’avevo lì a portata di mano, ma non ho potuto. Sarebbe facile avere rimpianti, ma io non ne ho: ho dovuto mettere alle spalle quei pensieri e vivere stando a ciò che mi è successo e quello che ho adesso. Durante l’epidemia abbiamo capito che stare a casa seduti a non fare niente non è quello che dovremmo fare, perché non ci motiva: è stato lo stesso per me nel 2011. Improvvisamente, in un istante, ho perso ciò che era quasi la mia vita intera”.

Leggi altri articoli in News F1

Lascia un commento

You must be logged in to post a comment Login

Articoli correlati