F1 | Il punto sul giro più veloce potrebbe favorire più la Red Bull che le altre squadre

Ma i team "satelliti" possono giocare un ruolo importante nel finale di gara

F1 | Il punto sul giro più veloce potrebbe favorire più la Red Bull che le altre squadre

Sta facendo molto discutere la nuova regola che sarà introdotta a partire dal Gran Premio d’Australia. Infatti chi tra i primi dieci otterrà il giro più veloce in gara guadagnerà un punto nella classifica del mondiale. Potrebbe anche essere un’introduzione interessante se questa fosse estesa a tutti i team e non solo a quelli che concluderanno la corsa in zona punti, ma così è un chiaro vantaggio per le squadre più forti, soprattutto per la Red Bull, che da terza forza del campionato potrebbe approfittare di questa situazione per fare dei pit-stop sul finale di gara senza perdere posizioni, visto e considerato che il divario con il resto del gruppo sembra comunque ancora ampio e quindi guadagnare quel punto extra.

“Può significare avere più punti – ha detto Verstappen a Servus TV. Cinque o sei giri più veloci nell’arco del campionato significano altrettanti punti in più in classifica”. A dimostrazione di quanto scritto in precedenza, ci sono anche le dichiarazioni favorevoli da parte di Helmut Marko, visto che secondo lui “Questo è ciò che rende diverse le strategie di gara”.

La vede in maniera diversa Beat Zehnder, team manager dell’Alfa Romeo Racing: “Immaginate un pilota della Mercedes con il giro più veloce, a quel punto la Ferrari, non potendo rischiare un pit-stop extra potrebbe chiedere ad Haas o Alfa Romeo di montare pneumatici nuovi ai piloti per prendere il punto alla Mercedes, ma nel contempo anche loro potrebbero fare lo stesso con la Racing Point o la Red Bull con la Toro Rosso”.

F1 | Il punto sul giro più veloce potrebbe favorire più la Red Bull che le altre squadre
Vota questo Articolo
Leggi altri articoli in News F1

Lascia un commento

You must be logged in to post a comment Login

Articoli correlati