F1 | Haug: “Vettel? La Ferrari non lo ha messo nelle condizioni di vincere”

Sul futuro del quattro volte campione del mondo: "Deve assolutamente dimostrare di essere più veloce o alla pari di Leclerc, altrimenti sarà una seconda scelta"

Vettel lascerà la Ferrari al termine della stagione e verrà sostituito da Carlos Sainz
F1 | Haug: “Vettel? La Ferrari non lo ha messo nelle condizioni di vincere”

A fine anno la Ferrari e Sebastian Vettel si separeranno dopo ben sei stagioni. Sul rapporto tra la scuderia del Cavallino e il tedesco, le cui riserve legate al futuro sono ancora tutte da sciogliere, ne ha parlato Norbert Haug. Per l’ex capo della Mercedes la Ferrari non ha supportato a dovere il proprio alfiere, al contrario della Stella che invece ha tutelato Lewis Hamilton con l’inglese che ha fatto incette di vittorie e titoli iridati.

La Mercedes è riuscita a creare le condizioni ottimali per permette a Lewis Hamilton di vincere, la Ferrari non è riuscita a farlo con Sebastian Vettel – ha ammesso Haug intervistato da F1-insider -. L’ultimo titolo Ferrari risale al 2007. E se allora non fossimo stati abbastanza stupidi da far rientrare in tempo ai box Lewis Hamilton nel GP di Cina,  non sarebbe certamente finito nella ghiaia all’ingresso box e avrebbe ottenuto l’unico punto mancante per vincere il titolo. Prima del 2007 ci sono stati i cinque titoli consecutivi con Michael Schumacher dal 2000 al 2004 e nessuno nei precedenti 21 anni (Jody Scheckter nel 1979, ndr)”.

Haug poi, parlando della storia della Ferrari, ha aggiunto: “Non è presuntuoso dire che la Ferrari al di fuori dell’era Schumacher e dopo l’era Niki Lauda non è riuscita a fare così tanti strappi. Amo e apprezzo la Ferrari, ma niente può distruggere questi fatti”.

Sul futuro di Vettel ha detto: “Sebastian deve assolutamente dimostrare di avere sotto controllo il suo talentuoso e veloce compagno di squadra Charles Leclerc o almeno essere alla pari. Coloro che vengono regolarmente lasciati indietro dai loro compagni di squadra sono la seconda scelta in Formula 1. Non è un mio pensiero ma la legge di questa categoria”.

Leggi altri articoli in News F1

Lascia un commento

3 commenti

You must be logged in to post a comment Login

Articoli correlati