F1 | Hartley: “Doppio impegno F1-WEC? Sono abbastanza contento di come l’ho affrontato”

Il pilota della Toro Rosso racconta il tour de force a cui è stato sottoposto nel finale di 2017: "Otto o nove anni fa non ce l'avrei fatta"

F1 | Hartley: “Doppio impegno F1-WEC? Sono abbastanza contento di come l’ho affrontato”

La gestione del doppio impegno Formula 1-WEC ha messo a dura prova i nervi di Brendon Hartley. Il 28enne neozelandese, nelle fasi finali di 2017, ha dovuto condurre in porto la stagione della Toro Rosso e, al contempo, quella della Porsche nella classe LMP1 (con cui è diventato campione del mondo WEC per la seconda volta in carriera), frammentandosi tra una parte e l’altra del mondo nel giro di poche settimane. Un impegno esorbitante, che lo stesso Hartley ha raccontato così: “Penso che probabilmente otto o nove anni fa non sarei stato in grado di affrontare tutto ciò: la pressione, lo stress, la gestione di tutte le cose. Sono abbastanza contento di come mi sono comportato: un paio di volte mi sono sentito molto stanco e un po’ piatto, però negli ultimi tre weekend, non dovendo affrontare così tanti fusi orari, mi sono sentito meglio. Il team è stato bravo a non sovraccaricarmi quando non ce n’era bisogno e cercando di mantenere le cose ragionevolmente semplici”.

L’ingaggio per il 2018 della Toro Rosso è stato comunque un sollievo: “Diventando un pilota di Formula 1 a tempo pieno, mi sono tolto un peso enorme dalle spalle, sono orgoglioso, ottimista ed ho la convinzione di potercela fare. Sono molto consapevole del duro lavoro che ho da fare e della sfida che ci attende, ma anche entusiasta ed ottimista” – ha dichiarato Hartley.

Federico Martino

Leggi altri articoli in News F1

Lascia un commento

1 commento

Articoli correlati