F1 | GP Ungheria, l’Hungaroring pronto ad ospitare il mondiale il 2 agosto

"Sia per noi che per il governo è molto importante organizzare l'evento", ha detto Gyulay, direttore esecutivo del circuito

I proprietari dell'Hungaroring si sbilanciano e danno la piena disponibilità per organizzare, come da vecchio calendario, il Gran Premio d'Ungheria
F1 | GP Ungheria, l’Hungaroring pronto ad ospitare il mondiale il 2 agosto

Dopo Austria e Gran Bretagna, la terza tappa del mondiale 2020 di Formula 1 dovrebbe disputarsi in Ungheria, stando alle indiscrezioni raccolte e ai ragionamenti fatti dopo le ultime comunicazioni da parte di Liberty Media. Badate bene, per tappa non si intende gara, perché sia a Zeltweg che Silverstone potrebbe esserci un doppio round, quindi verosimilmente all’Hungaroring sarebbe la quinta (e forse anche una sesta). La possibilità che anche a Budapest si possano correre due gare è concreta, ma ancora è presto per trarre delle conclusioni. In Ungheria sono comunque certi di voler partire e organizzare la corsa di Formula 1, anche perché, insieme all’Austria, il Paese è tra i meno infetti in Europa per quanto riguarda il Coronavirus, e la gara dovrebbe svolgersi il 2 agosto (stando al vecchio calendario), ma potrebbe anche disputarsi il 16 dello stesso mese.

“Abbiamo parlato dell’opzione di disputare la gara a porte chiuse – ha detto Zsolt Gyulay, direttore esecutivo dell’Hungaroring ad Autosport. Una cosa è certa: sia per noi che per il governo è molto importante organizzare il Gran Premio d’Ungheria. Ci sono due opzioni: la prima è quella delle porte chiuse, così come in Austria, questo significherebbe grosse perdite per i promoters; la seconda opzione è organizzare la gara con i fans, una cosa che abbiamo sempre fatto negli ultimi 35 anni, acquisendo una grossa esperienza. Naturalmente abbiamo smesso di vendere biglietti, dobbiamo adattarci alla situazione attuale”.

“Sebbene il circuito non sia utilizzato in questo periodo, continuiamo il lavoro di manutenzione, quindi è in buone condizioni e siamo pronti per il Gran Premio del 2 agosto. Siamo quotidianamente in contatto con i proprietari dei diritti: Liberty Media è consapevole del fatto che siamo aperti ad ogni tipo di soluzione e pronti ad organizzare la gara, ma la situazione generale non è in nostro controllo, dipende dalla situazione nella quale verserà il Paese. Stiamo aspettando che le misure si allentino e che la vita torni alla normalità. Insieme agli austriaci e agli inglesi – conclude Gyulay – abbiamo confermato che siamo pienamente disponibili per iniziare la stagione”.

Leggi altri articoli in News F1

Lascia un commento

You must be logged in to post a comment Login

Articoli correlati