disattiva

F1 | GP Francia, le pagelle: Leclerc errore imperdonabile, Verstappen granitico

Vola Carlos Sainz, Hamilton al quarto podio consecutivo, delude Perez

F1 | GP Francia, le pagelle: Leclerc errore imperdonabile, Verstappen granitico

Max Verstappen 9 Imperturbabile e roccioso, alla settima vittoria stagionale, lui è sempre lì, mentre intorno a lui tutti sbagliano, cadono, si rialzano e ricadono, in un’altalena di prestazioni che alla lunga lo sta favorendo non poco. La costanza del campione in carica è impressionante, non è un caso che stia dominando il mondiale pur non disponendo della monoposto più veloce. Non sbaglia mai, e si vede.

Charles Leclerc 4 Su una pista con le vie di fuga che sono autostrade, dove serve una vera e propria impresa per mettere l’auto a muro, Leclerc dimostra di avere un certo talento anche in questo, andando contro le barriere quando era primo e con ottime prospettive di vittoria. Charles perde il posteriore dopo la velocissima Signes, in un attimo, uno stupido e imperdonabile attimo che ha però le stesse conseguenze dalla caduta di un meteorite sulle ambizioni iridate della Ferrari. Peccato, peccato, perché stava correndo alla Leclerc. Da apprezzare l’autocritica. Si rifarà, tornando ad emozionare la platea ferrarista.

Lewis Hamilton 9 Brucia Perez in partenza e tiene un passo mostruoso, considerando il potenziale della Mercedes W13. Il sette volte iridato è al quarto podio consecutivo, tutti e quattro molto belli, e conferma di essere il fuoriclasse di sempre.

George Russell 8 Da qualche gara soffre un po’ di più le performance di Hamilton, ma il modo un cui beffa Perez alla ripartenza dopo virtual safety car, strappandogli il podio, è da antologia. Furbo e veloce.

Sergio Perez 4,5 Dorme in partenza, dorme in ripartenza, si fa beffare da ambedue le Mercedes, subisce un sorpasso capolavoro da Sainz. Quarto al traguardo, ma è il grande sconfitto di giornata.

Carlos Sainz 10 Per compiere più di venti sorpassi – partendo diciannovesimo e chiudendo quinto – nonostante un pit stop lento e una penalità (per colpa della squadra), servono nell’ordine: classe, cattiveria e una simbiosi piena con la vettura. Sono lontane le prime gare in cui Sainz faticava con la F1-75. Al Paul Ricard, sua migliore prestazione stagionale, lo spagnolo regala spettacolo. I sorpassi all’esterno su Russell, ad Alonso e a Perez sono tre magie. Furia Rossa.

Fernando Alonso 7,5 Lo spagnolo parte a razzo e supera Norris, tenendolo poi dietro per tutto il GP. Il sesto posto, oltre ad essere il suo secondo miglior risultato stagionale dopo il quinto si Silverstone, è preziosissimo per la Alpine che anche grazie all’ottavo posto di Esteban Ocon (6,5) completa il sorpasso in classifica sulla McLaren.

Lando Norris 7 Davvero bravo in qualifica, dove si tiene dietro la Mercedes di Russell. In gara fa quel che può, attualmente la McLaren non è al livello della Alpine.

Lance Stroll 6,5 Grazie ad una ottima strategia finisce a punti, tra l’altro in volata davanti a Sebastian Vettel (6), la Aston si conferma discreta sul passo gara. Ma in qualifica la monoposto è troppo lenta.

Pierre Gasly 5 L’AlphaTauri portava molte novità in Francia per dare un senso alla propria stagione, ma il francese è autore di un’altra gara anonima, passata a gestire le gomme medie, senza mai essere in grado di lottare per la zona punti.

Valtteri Bottas 5 Involuto come l’Alfa Romeo. Hinwill sembra aver perso un po’ la bussola. Valtteri sembra la controfigura del pilota brillante delle prime 9 gare.

Kevin Magnussen 5 Fine settimana complicato, si ritira per problemi al motore (ancora), ma non prima di aver speronato l’incolpevole Latifi.

Mick Schumacher 6 A volte la fortuna è questione di millimetri, come quelli dei track limit. Un fine settimana rovinato da una decisione assurda che lo ha relegato nelle ultime posizioni della griglia di partenza. Ma si può davvero pensare di togliere un giro del genere ad un pilota per aver “oltrepassato” il limite della pista di un nonnulla? Gli è stato chiamato un fuorigioco millimetrico che visto meglio non era nemmeno fuorigioco. Decisioni come questa non rispettano il regolamento, ne tradiscono lo spirito.

 

2.9/5 - (9 votes)
Motorionline.com è stato selezionato dal nuovo servizio di Google News,
se vuoi essere sempre aggiornato sulle nostre notizie
Seguici qui
Leggi altri articoli in News F1

Lascia un commento

You must be logged in to post a comment Login

Articoli correlati