F1 | GP Brasile, Vettel e il caso dei controlli in Q2: la ricostruzione di Matteo Bobbi [VIDEO]

Il tedesco è salito sulla bilancia con il motore acceso

F1 | GP Brasile, Vettel e il caso dei controlli in Q2: la ricostruzione di Matteo Bobbi [VIDEO]

Durante la trasmissione Paddock Live Show, andata in scena ieRI sera su Sky Sport F1 HD, Matteo Bobbi ha analizzato il caso che ha coinvolto Sebastian Vettel durante la Q2 ad Interlagos, ricostruendo i fatti che hanno portato il tedesco a subire una reprimenda e una multa pari a 25 mila dollari.

L’alfiere della Ferrari, infatti, chiamato alla bilancia in un momento non proprio semplice della qualifica (Seb era appena rientrato per montare le soft e la pioggia incombeva sul tracciato brasiliano.ndr), ha omesso di spegnere il motore non appena entrato nella zona di verifiche, aspetto che ha portato il delegato tecnico, Joe Bauer, ad eseguire un esposto alla commissione gara composta da Charlie Whiting.

Un caso veramente assurdo che ha provocato un grandissimo dibattito all’interno del paddock, soprattutto dopo la pericolosa manovra eseguita da Lewis Hamilton ai danni di Sergey Sirotkin e non penalizzata dalla direzione gara.


F1 | GP Brasile, Vettel e il caso dei controlli in Q2: la ricostruzione di Matteo Bobbi [VIDEO]
4.5 (90%) 2 votes
Leggi altri articoli in News F1

Lascia un commento

7 commenti
  1. .. non è normale

    11 novembre 2018 at 09:01

    ennesima dimostrazione che la fia deve farla passare liscia al duo va chega hamilton-mercedes e penalizzare o rompere i marroni anche per delle cagate la Ferrari. è arrivato il momento di abbandonare questa formula tarocco.

  2. schumy2

    schumy2

    11 novembre 2018 at 10:51

    Hai ragione ormai si è arrivati al ridicolo più assoluto. Ma perché la Ferreri non si ritira e va in FE a quanto pare sono più seri

  3. Roby Bad

    11 novembre 2018 at 13:13

    Inoltre c’era un precedente quasi identico dove era stato penalizzato Vettel
    Due pesi e due misure

  4. francof1

    11 novembre 2018 at 15:33

    ORMAI LA FORMULA UNOE DIVENTATA MONOPOLIO DI POCHE PERSONE NON C’E’ PIU’ GUSTO VEDERLA STA PER DIVENTARE UNA MONO MARCA. IO LA FORMULA UNO LA VEDO COME MASSIMA ESPRESSIONE AUTOMOBILISTICA E NON CON TUTTI STI LIMITI IMPOSTI , VEDI BENZINA MOTORI CONGELATI CAMBI CONGELATI TROPPE RESTRIZIONI .
    IO LA VEDO IN QUESTO MODO IL MOTORE CILINTRATA UGUALE PER TUTTI E OGNONO SI SBIZZARRISCE COME MEGLIO CREDE, MISURE DELLA MONOPOSTO LUNGHEZZA E LARGHEZZA UGUALE PER TUTTI E TUTTO IL RESTO AVANTI CON LE IDEE COME VOGLIONO PIU ALTE PIU BASSE CHE TOCCANO PER TERRA , BENZINA A QUANDITA’ SENZA RESTRIZIONI , PNEUMATICI OGNUNO MONTA QUELLO CHE GLI AGGRADA ECC ECC ALLORA SI CHE VEDREMMO DELLE BELLE GARE ANCHE SE CI FOSSERO SOLO POCHE MACCHINE SULLA GRIGLIA MA ALMENO VEDREMMO DELLE VERE GARE E NON GARE TAROCCATE COME ORA ANNO FATTO TUTTI QUESTI CAMBIAMENTI PER LIMITARE I COSTI MA IN REALTA’ I COSTI SONO RADDOPPIATI POVERA FORMULA UNO CHE FINE BRUTTA.

  5. picaracing

    11 novembre 2018 at 16:20

    È deciso che anche il titolo costruttori lo deve vincere la Mercedes, a anche la fia le da una mano cercando di togliere vettel dal mazzo dei possibili protagonisti.

  6. Victor61

    11 novembre 2018 at 16:53

    multa di 25 mila $ per vettel, stando al regolamento avrebbe dovuto prendere penalità ben diverse…chi è senza colpa scagli la prima pietra…come ha detto Ecclestone da più di 30 anno FIA = Ferrari International Assistance altro che Mercedes

You must be logged in to post a comment Login

Articoli correlati