F1 | GP Brasile, Hamilton attacca Sirotkin: “Durante il giro di lancio non si va così forte” [VIDEO]

"Credevo fosse Leclerc", ha aggiunto l'inglese

F1 | GP Brasile, Hamilton attacca Sirotkin: “Durante il giro di lancio non si va così forte” [VIDEO]

Intervistato ai microfoni di Sky Sport F1 HD, Lewis Hamilton ha attaccato la condotta di Sergey Sirotkin durante le qualifiche andate in scena nel corso della giornata di ieri a Interlagos, sottolineando come il russo andasse realmente troppo veloce durante il suo giro di riscaldamento in Q2.

Una mossa bizzarra che, almeno secondo quanto dichiarato dall’ex McLaren, avrebbe causato un rischio inutile in quel frangente di qualifica.

L’inglese, ricordiamo, ha eseguito una chiusura estremamente rischiosa ai danni del pilota della Williams, con quest’ultimo che ha dovuto mettere due ruote sull’erba prima della Juncao per evitare un contatto che avrebbe quasi certamente posto fine alla qualifica di entrambi.

Da notare che a direzione gara ha scelto di non usare la mano pesante nei confronti del cinque volte Campione del Mondo, aspetto che ha stupito e non poco gli addetti ai lavori, soprattutto dopo le penalità inflitte a Sebastian Vettel durante la stagione.


Leggi altri articoli in News F1

Lascia un commento

4 commenti
  1. Roberto

    Roberto

    11 Novembre 2018 at 00:07

    Sei semplicemente vergognoso! Cosa cambia lancio o giro veloce nel fatto che devi guardare gli specchietti e saperti muovere di conseguenza? E della stretta a Raikkonen invece? Vi siete comprati il circus questa è la verità, siete dei mafiosi!

  2. Magu

    11 Novembre 2018 at 11:02

    Ha creato un pericolo e andava sanzionato…su Raikkonen no il pilota finlandese aveva spazio a destra c’è da capire perché ha voluto passarlo a sinistra visto che la migliore traiettoria era proprio quella di destra…ma finitela con queste accuse assurde…ha vinto Hamilton perché ha guidato meglio di Vettel in tutto il campionato…punto..

  3. .. non è normale

    11 Novembre 2018 at 12:36

    scemilton sempre più scandaloso.

  4. calimero

    11 Novembre 2018 at 14:21

    Concordo con Roberto che mi ha preceduto.
    Hamilton era in piena traiettoria, quindi se fosse sopraggiunto un pilota che stesse facendo il tempo avrebbe costituito un pericolo a maggior ragione, oltre che danneggiare il suo giro veloce (il che da regolamento era penalità sicura – ma parlando di mercedes anche qui avrei qualche dubbio). Capisco che comunque la si metta voglia avere ragione a prescindere per evitare una penalità, ma addirittura parlare di mancanza di rispetto si sfiora il ridicolo. Adesso ci manca solo che lo stabilisca Hamilton come uno debba lanciarsi.

You must be logged in to post a comment Login

Articoli correlati