F1 | Damon Hill: “Verstappen e Hamilton devono calmarsi”

"Stanno guidando in modo troppo aggressivo"

F1 | Damon Hill: “Verstappen e Hamilton devono calmarsi”

L’ex campione del mondo, ha consigliato a Max Verstappen e a Lewis Hamilton di raffreddare gli animi, dopo il contatto durante il primo giro del Gran Premio d’Inghilterra nel quale ad averne la peggio è stato Max Verstappen che ha visto ridursi il gap a soli 8 punti dall’inglese.

Hill teme che la crescente rivalità tra i due piloti continui fino a fine stagione con possibili conseguenze pericolose per entrambi:

“Devono calmarsi un po’ – ha dichiarato il britannico al podcast di F1 Nation- entrambi stavano guidando in modo troppo aggressivo. Era tutto un po’ rischioso davvero, e penso che siamo stati fortunati a non avere un infortunio. Max si è preso una bella botta. La gente tra la folla ha filmato Max che vola verso di loro nelle tribune e quell’auto si muoveva molto velocemente”.

Secondo Hill, quello che è successo nel primo giro della gara è stato il risultato del giorno precedente che ha visto la prima gara di qualificazione sprint nella quale Hamilton è partito dalla pole ma ha perso contro Verstappen:

“E’ stato frutto della gara precedente. La Sprint Race ha dato alla Mercedes la consapevolezza che se Max fosse partito davanti non lo avrebbero ripreso. Penso che sapessero che dovevano stare davanti”.

“E’ stata una combinazione di fattori che ha reso Lewis un po’ più disperato e aggressivo. E anche Max, perché quel mezzo giro di apertura della gara è stato forse il giro di apertura più emozionante, audace e anche leggermente rischioso che abbia visto in non so quanto tempo.”

Secondo Hill, la gara è stata un’ulteriore prova che stiamo assistendo a un momento di cambio generazionale nello sport.

“La rivalità che stiamo guardando è il cambio della guardia per il futuro di questo sport. Stiamo vedendo un ragazzo che non si lascia andare, non rinuncia a un titolo mondiale perché è l’ultima ciliegina sulla torta, e Max cercherà di fermarlo. Come nel 1994 con Michael Schumacher e Ayrton Senna. È fantastico se riesci a dominare, ma c’è sempre qualcuno di nuovo in arrivo. Sai che il tempo è contro di te e la nuova era sarà qualcun altro. E in realtà lasciare andare la tua posizione, la tua identità di uomo, è piuttosto difficile”.

Motorionline.com è stato selezionato dal nuovo servizio di Google News,
se vuoi essere sempre aggiornato sulle nostre notizie
Seguici qui
Leggi altri articoli in News F1

Lascia un commento

You must be logged in to post a comment Login

Articoli correlati