F1 | Caso Racing Point, Seidl: “Ci sono ancora degli aspetti da chiarire”

"Positivo il fatto che certe cose siano venute fuori: vogliamo dieci team indipendenti in Formula 1", ha detto il tp della McLaren

F1 | Caso Racing Point, Seidl: “Ci sono ancora degli aspetti da chiarire”

Sta facendo certamente discutere il caso Racing Point nel paddock di Silverstone. Dopo i tre reclami della Renault, stamattina la FIA ha emesso la sentenza: quindici punti sottratti nel mondiale costruttori alla squadra britannica e 400.000 euro di multa. Una carezza per molti, ma un primo passo verso quella che probabilmente sarà la Formula 1 del futuro, sperando che l’idea dei team clienti possa essere definitivamente accantonata. Andreas Seidl, team principal della McLaren è stato raggiunto da Mara Sangiorgio, inviata di Sky Sport, al termine delle Prove Libere 1 ed è stato interpellato sulla questione.

“Innanzitutto è un documento lungo e non voglio addentrarmi sui punti specifici della decisione – ha detto Seidl. E’ positivo che finalmente sia chiaro che negli ultimi tre o quattro mesi sia stato creato un contendente per il podio attraverso certi metodi. Ancora ci sono delle cose non chiare, però c’è una decisione. Adesso vedremo se ci saranno altre azioni a riguardo, dalla nostra parte, come team McLaren contribuiremo se sarà richiesto. Dobbiamo ancora esaminare questa sentenza nel dettaglio, ma certamente non finisce qui: è bello che sia chiaro che qualcosa non fosse conforme alle regole, Tombazis è stato chiaro, voleva fermare ciò che è successo e ci saranno dei chiarimenti anche in ottica 2021, questo è positivo per noi come McLaren, per la Formula 1 e per i fan. Certamente aprirà una strada nel futuro del nostro sport, ma per noi è chiara: l’unica percorribile è quella di avere una competizione tra dieci team indipendenti e dieci costruttori di vetture, e chi riuscirà a progettare la macchina migliore basandosi sulle proprie idee, vince. Questo non è accaduto su certi pezzi specifici della Racing Point, al momento, e vedremo se verranno fuori altri aspetti di questo tipo”.

Leggi altri articoli in News F1

Lascia un commento

2 commenti

Articoli correlati